Pesce: quando il prezzo arriva alle stelle

Il Giornale dei MARINAI News, Pesca e alimentazionePesce: quando il prezzo arriva alle stelle
0
(0)

Le alternative low cost per combattere il caro-prezzi

Per gli esperti il pesce deve essere mangiato 2-3 volte a settimana, i consumatori purtroppo a causa della crisi economica,  si ritrovano a non poter fronteggiare gli acquisti di prodotti ittici abbassando il consumo medio ad 1 volta a settimana. Rispetto allo scorso anno si è avuto un calo di circa il 5% nel consumo di pesce nelle tavole degli italiani. E per quest’anno, il Natale non vedrà protagonisti nelle tavole crostacei, pesci e molluschi. Il 66% degli Italiani ha modificato le abitudini alimentari per diminuire spese e sprechi.

La crisi mette in allarme i salutisti, visto che in primis la salute si cura in tavola. Il pesce al giorno d’oggi viene consumato saltuariamente e questo non permette l’apporto del giusto carico di proteine proveniente dai prodotti del mare. I prezzi sono alle stelle soprattutto nei banconi della grande distribuzione organizzata. Qualche buon acquisto si puo’ ancora fare nei mercati ittici andando alla ricerca dei prodotti meno conosciuti ma con dei valori nutrizionali spesso superiori a specie piu’ pregiate. Il consiglio è quello di mantenere sulle tavole il pesce, cercando di indirizzare la spesa su prodotti come il pesce azzurre o su alcuni pesci d’acqua dolce come la trota che hanno un ricco contenuto di Omega 3 ma soprattutto sono alla portata delle tasche di tutti.

banco del pesceCosa mettere in tavola a natale. Alcuni consigli  per combattere il caro-prezzi.

Acciughe marinate

Acciuga  pezzatura media prezzo medio 3 euro al chilo

(Valori medi ISMEA )

Pulire accuratamente le acciughe, levando testa e spina, le acciughe, asciugarle e disporle ben distese in un piatto piuttosto ampio. Salare, pepare e cospargere le acciughe con il succo di 4 limoni. Lasciare a macerare per 12 ore. Una volta schiarite, togliere le acciughe dalla marinata e condirle con olio ed il succo di limone. E’ possibile conservare in frigorifero le acciughe per una giornata.

Moscardini in umido

Moscardini pezzatura mista prezzo medio 3,50 euro al chilo

(Valori medi ISMEA )

Lavate e pulite bene i moscardini. Fateli a pezzi non troppo piccoli. Lavate pure i pomodorini e tagliateli a spicchi.
Preparate un soffritto con l’aglio schiacciato e, quando inizia a dorarsi, unite i moscardini. Mantenendo il fuoco molto alto, innaffiate il contenuto della pentola con il bicchiere di vino. Quando incomincia a evaporare, abbassate la fiamma e incorporate i pomodorini. Coprite la pentola con un coperchio e fate cuocere per 30 minuti circa, rigirando ogni tanto il contenuto.
Nel frattempo tritate il prezzemolo. A cottura quasi terminata, incorporatelo ai moscardini. Aggiustate di sale e pepe e servite ancora caldo.

Sarde alla pizzaiola

Sarde  pezzatura media prezzo medio 2 euro al chilo

(Valori medi ISMEA )

Squamate le sarde raschiandole leggermente con un coltello, privatele della testa e svuotatele dalle interiora. Lavatele sotto l’acqua corrente e asciugatele. Spellate gli spicchi d’aglio e tritateli finissimi insieme al prezzemolo. Tuffate i pomodori per mezzo minuto in acqua in ebollizione, passateli sotto l’acqua fredda, pelateli, divideteli in due, scartate i semi e tagliateli a filetti lunghi. Distribuite un cucchiaio d’olio sul fondo di una pirofila rotonda a bordi bassi e accomodatevi le sarde disponendole a raggiera con le code al centro.

Distribuite i filetti di pomodoro fra l’una e l’altra quindi spolverare la preparazione con sale e pepe, con il trito di aglio e prezzemolo e con un cucchiaino di origano sbriciolato. Completate il condimento con un filo di olio e mettete la pirofila nel forno già scaldato a 200°, lasciando cuocere per una ventina di minuti. Servite le sarde calde o tiepide.

Filetti di palamita al pistacchio su patate piccanti

Prezzo medio della palamita 6 euro al chilo

(Valori medi ISMEA )

Con un coltello sfilettare la palamita avendo cura di togliere, oltre alla lisca centrale, anche quelle ventrali e laterali . A questo punto, tagliare il pesce a tocchetti da circa 6 cm.  In abbondante acqua salata, bollire le patate per circa 3 minuti  e successivamente immergerli per 2 minuti circa in acqua fredda, per evitare che queste continuino a cuocere. In una padella antiaderente oleata, scottare la palamita a fuoco medio-alto per circa 1 minuto da entrambi i lati  e subito dopo, tenere a caldo in attesa dell’utilizzo.
Sempre in padella oleata un po’ più abbondantemente, scottare le patate fino a che non formino una leggera crosticina. Ricoprire i filetti di palamita, dal lato della pelle con la granella di pistacchio e trasferirli su un piatto piano accompagnati da un letto di patate scottate in precedenza, qualche rondella di peperoncino e qualche foglia di basilico fresco .

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

2 thoughts on “Pesce: quando il prezzo arriva alle stelle”

  1. Aristide ha detto:

    Ho letto con preoccupazione la ricetta delle acciughe marinate. E’ necessario specificare che, come noto, il procedimento di marinatura non elimina l’anisakis; di conseguenza il piatto non può essere preparato se non dopo adeguato trattamento di abbattimento, pena gravi rischi per la salute.
    In alternativa le alici vanno prima bollite, per rendere inattivi i possibili parassiti, e poi condite.

  2. nancy romano ha detto:

    E’ scorretto ed è un ladrocinio farsi pagare una palamita a 15.00 euro al chilo come si può agire in questi casi? soprattutto nei mercati di paese sono dei ladri Non si può fare niente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal