Il Giornale dei MARINAI News Il pesce palla responsabile dei crop circle appartiene ad una nuova specie

Il pesce palla responsabile dei crop circle appartiene ad una nuova specie

pesce palla
0
(0)

Il pesce palla responsabile della costruzione dei misteriosi crop circle sul fondo del mare è stato classificato come nuova specie.

pesce palla

Il pesce palla Torquigener albomaculosus della specie è l’autore dei crop circle scoperti in Giappone.

E’ stato l’autore di uno dei misteri sottomarini che per tanto tempo hanno messo in crisi gli scienziati. Il pesce palla responsabile della creazione dei famosi crop circle sul fondo del mare apparterrebbe ad una nuova specie mai classificata.


I crop circle sul fondo del mare furono per la prima volta avvistati sui fondali del mare giapponese nel 1959, e, rimasero un mistero sino a poco tempo fa quando un ricercatore giapponese riuscì a fotografare il “colpevole” e a sciogliere il mistero. Si tratta appunto di una particolare specie di pesce palla che in rituale amoroso disegna con la sabbia dei cerchi perfetti. Le immagini presentate al mondo daYoji Ookata, fotografo subacqueo giapponese che ha scoperto questi bizzarri disegni sui fondali dell’isola Amami Oshima, un isola semi tropicale nell’arcipelago di Ryukyu.I disegni fatti dal pesce palla sono dei cerchi concentrici di circa 70 cm perfettamente simmetrici.

Nuova specie: Gli scienziati hanno scoperto che si tratta di una nuova specie, non ancora catalogata;  Torquigener albomaculosus, questo nome è stato dato alla nuova specie scoperta in Giappone. Pesci palla dalla colorazione marrone con macchie bianche sulla schiena ed argenteo sull’addome amano vivere su fondali sabbiosi ad una profondità che varia dai 10 ai 30 metri. Si tratta della ventesima specie di Torquigener conosciuta.
.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Cosa ne pensi ? Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche