Il Giornale dei MARINAI News Pescatori di rifiuti

Pescatori di rifiuti


0
(0)

La plastica: questa potrebbe essere il futuro dei pescatori.

6521939-des-marins-pecheurs-qui-nettoient-la-mer

Pescatori di rifiuti

Pescatori di rifiuti

Data la scarsità di pesce e l’aumento del costo del carburante alcuni pescatori francesi hanno ben pensato di convertire le loro attività di pesca. Grazie ad un progeto comunitario si sono dedicati alla “cattura” dei rifiuti galleggianti in mare.

6519381

Naturalmente i rifiuti pescati vengono riciclati e il materiale recuperato puo’ portare degli introiti importanti per le famiglie dei pescatori.

Le imbarcazioni dei Pescatori di rifiuti sono dotate di una rete con un anello gonfiabile che raccoglie tutto cio’ che si trova sulla loro rotta. Il progetto nasce da una società francese, la  THOMSEA, che ha creato il kit di recupero.

6519357Secondo una prima valutazione effettuata sono stati recuperati  in 8 giorni 500 kg di rifiuti vari per imbarcazione, come bottiglie di plastica , stivali, pezzi di rete , sacchetti di plastica …

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

1 thought on “Pescatori di rifiuti”

  1. UGO FALANGA ha detto:

    Gent. dott Guadagnino , le ringrazio per l’ interessante articolo che mi piacerebbe linkare ai miei amici pescatori della Campania, sto cercando di informarmi per diffondere queste buone pratiche per l’ ambiente. Le chiedo se è riuscito ad avere altre informazioni su quale sia il programma europeo a cui fa riferimento. Attualmente ci sono iniziative simili a Livorno e Molfetta ma credo che non sia previsto l’ incentivo economico alle imprese di pesca. Ho trovato le disposizioni che permettono di raccoglierli senza incorrere in sanzioni penali ma, purtroppo, non credo che le capitanerie ne siano a conoscenza( http://ec.europa.eu/transparency/regdoc/rep/3/2014/IT/3-2014-8611-IT-F1-1.PDF )

Cosa ne pensi ? Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche