CONDIVIDI

“La drastica riduzione sarebbe necessaria per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità. L’Eurodeputato rende noto lo stock assessment elaborato dallo STECF

“Lo STECF, l’organo scientifico di supporto alle decisioni della Commissione Europea, ha pubblicato il rapporto sugli stock assessment: per il Pesce Azzurro la situazione è drammatica, anche peggio del previsto” – dice Marco Affronte, Eurodeputato che siede in Commissione Pesca – “Per acciughe e sardine è infatti consigliato un taglio alle catture addirittura superiore al 60% per rientrare nei parametri dell’FMSY – quel rapporto che indica il livello di pesca che si può tenere pur consentendo allo stock di riprodursi correttamente, garantendo quindi anche sostenibilità. Non si tratta della mia opinione, ma dei numeri che leggiamo nero su bianco e sui quali la Commissione Europea basa le proprie iniziative politiche. Attualmente” – spiega Affronte – “La mortalità della acciughe sta aumentando, ed è 2.3 volte l’FMSY. Per questo motivo le catture dovrebbero calare del 63%. La mortalità delle sardine invece è cresciuta per un lungo periodo e, nonostante la flessione degli ultimi due anni, la resta 3 volte l’FMSY. Lo STECF consiglia quindi di ridurre le catture del 61%. Si tratta di numeri da fare tremare i polsi, che scateneranno un forte dibattito sul Piano di Gestione dell’Adriatico attualmente in Commissione Pesca. Resta il rammarico che siano arrivati così tardi da non lasciarci modo di lavorare con i tempi giusti ad un provvedimento così importante.”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO