Pasta con gambero rosso e pesto di pistacchi

Il Giornale dei MARINAI Ricette di mare e di pescePasta con gambero rosso e pesto di pistacchi
4
(2)

Solo 3 principali ingredienti per un primo piatto dal sapore eccezionalmente elegante, delicato, profumato ed ovviamente squisito, piace solitamente sia agli adulti che ai bambini. La sua preparazione è decisamente semplice e veloce, la riuscita dipende moltissimo dalla qualità degli ingredienti utilizzati, tutto deve essere di prima scelta, in caso contrario, il rischio è quello di rovinare tutto.

Si tratta di un primo piatto che molto probabilmente ha origini siciliane, coniuga il profumo ed il sapore dei gamberetti con quello del pistacchio, il risultato è eccellente.

Innanzitutto i gamberetti rossi, tutta un’altra cosa dai classici gamberetti rosa in quanto a sapore, ovviamente inutile dirvi che devono essere freschissimi.

La pasta, non una qualsiasi, mi raccomando. Scegliete uno spaghettone, delle tagliatelle o qualsiasi altro formato di pasta di Gragnano di ottima qualità, una pasta che garantisca profumo, callosità e sapore.

Infine il pesto di pistacchi, fate attenzione, non tutti sono uguali. Meglio scegliere un pesto in olio extravergine di oliva (i più economici hanno l’olio di semi) e che contenga almeno il 60% di pistacchi.

Ingredienti per 4 persone

400 gr di Pasta di Gragnano (tagliatelle)

400 gr di Gambero Rossi

5-6 cucchiaini di Pesto di Pistacchi

1/2 cipollotto

1 bicchiere piccolo di vino bianco secco

olio extravergine d’oliva q.b

sale q.b.

Procedimento

Pulite i gamberi eliminando testa, coda e intestino con l’ausilio di uno stuzzicadenti. Potete lasciare qualche gamberetto con la coda, sarà utile per decorare il piatto. Quando l’acqua bolle, versate la pasta e attendete la tempistica indicata sulla confezione, di solito è quella che consente una perfetta cottura al dente.

Nel frattempo scaldate in una padella un filo d’olio extra vergine, aggiungeteci la mezza cipolla affettata finemente e lasciate cuocere per circa un minuto i gamberetti che avete pulito. Quando i gamberetti avranno cambiato colore, diventando più chiari, aggiungete il vino bianco e sfumate il tutto. Dopo l’evaporazione del vino, mettete da parte i gamberetti con la coda.

Aggiungete in padella il pesto di pistacchi e lasciate che si sciolga, aggiungete uno o due mestoli di acqua di cottura per rendere il tutto più cremoso e meno asciutto.

Giunta a cottura, scolate la pasta e aggiungetela in padella insieme ai gamberetti e al pesto di pistacchi, fate amalgamare bene il tutto e se necessario aggiungete altra acqua di cottura. A questo punto dovreste essere pronti per impiattare e decorare con uno o due gamberetti con la coda che avete precedentemente messo da parte.

Conclusioni

Come già accennato sopra, al fine di garantire un ottima riuscita del piatto è importante che vengano utilizzati ingredienti di prima qualità, noi per il pesto di pistacchi e la pasta di Gragnano ci siamo affidati allo shop online www.saporideisassi.it specializzato in gastronomia di eccellenza. Non è l’unico ce ne sono tanti altri, a voi la scelta. Buon appetito!

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal