Oscar dell’Ecoturismo 2017 all’Area Marina Protetta del Plemmirio

Il Giornale dei MARINAI NewsOscar dell’Ecoturismo 2017 all’Area Marina Protetta del Plemmirio
0
(0)

Prestigioso riconoscimento per l’Area Marina Protetta Plemmirio

L’oasi marina siracusana si è aggiudicata L’Oscar Ecoturismo 2017  promosso e assegnato da Federparchi e Legambiente e rivolto a Parchi nazionali, regionali e alle Aree marine protette che si siano distinti per interventi propri o di associazioni e privati operanti nel Parco e volti a migliorare l’eco-compatibilità dell’offerta turistica.

Ad essere selezionate nell’intero panorama nazionale, sono state solo due aree marine, il Plemmirio che ha quindi rappresentato il mare protetto siciliano per “gli interventi a favore dell’accessibilità degli sbocchi a mare alle persone diversamente abili” e l’Area Marina Protetta “Torre del Cerrano per il progetto “lido Amico del Parco Marino”, in Abruzzo.

L’Area Marina Protetta Plemmirio inoltre è stata pertanto l’unica rappresentante della Sicilia ad essere premiata, insieme al Parco regionale dei Nebrodi, per il marchio d’area “Nebrodi Sicily”.

Queste le motivazioni del riconoscimento:

L’Area marina protetta del Plemmirio viene premiata per i progetti di accessibilità volti a facilitare la fruizione degli sbocchi al mare per le persone diversamente abili. Gli interventi realizzati in collaborazione con il Consorzio Plemmirio hanno infatti permesso di aprire tre accessi con diverse tipologie di intervento: a) Zona sud Sbocco 2- con area attrezzata Terrazze Fanusa con la presenza di scivolo a mare e sedia “Job” b) Sbocco 12 – di libera fruizione fornito di maniglioni in acciaio e stalli per disabili realizzato in sinergia con i residenti della zona, in itinere l’acquisto di un sollevatore per sollevare e fare scendere lentamente in acqua persone disabili da consegnare ad una associazione di settore che ne gestisca l’utilizzo c) Sbocco 22 – lido varco 23 – in cui è assicurata l’assistenza e l’ingresso alla struttura d) Sbocco 35 – hotel minareto in cui si permette l’ingresso alla spiaggia direttamente dalla struttura turistica alberghiera e l’assistenza del personale addetto alla spiaggia. Il Consorzio Plemmirio ha inoltre attivato con l’Assofadi Onlus (Associazione Familiari Disabili) il progetto per l’accompagnamento dei disabili e le loro famiglie al mare mettendo a disposizione personale e mezzo  idoneo al trasporto delle persone diversamente abili.

foto-consegna-premio-pres-romanoA ritirare il premio il presidente dell’Area Marina Protetta del Plemmirio Sebastiano Romano, il quale ha tra l’altro voluto lodare lo staff del Consorzio di gestione che si è impegnato per il raggiungimento degli obiettivi prefissi e che hanno permesso all’oasi marina siciliana di affiancare i parchi italiani che sono risultati avere le migliori soluzioni di ecosostenibilità e le pratiche turistiche più innovative.

I premi sono stati assegnati alla BTO (Buy Tourism Online) di Firenze, un evento di riferimento su viaggi e innovazione, a consegnare la targa nelle mani del presidente Romano è stato Sebastiano Venneri, presidente Vivilitalia.

<<Gli Oscar dell’ecoturismo – afferma il presidente Romano – rappresentano le eccellenze più significative del panorama nazionale nell’ambito della sostenibilità ambientale, e siamo quindi molto orgogliosi di avere rappresentato il mare protetto della Sicilia che è bellissimo come tutto il territorio ma spesso poco valorizzato.

sbocco-2Come è noto, l’Oscar dell’ecoturismo nasce dall’esperienza di Legambiente turismo e della sua etichetta ecologica “Consigliati per l’impegno a difesa dell’ambiente” (che oggi raccoglie circa 400 strutture turistiche ndr) con l’obiettivo di valorizzare e rendere replicabili quelle iniziative di innovazione e miglioramento dell’offerta turistica che abbiano al centro la tutela ambientale, la valorizzazione e tutela del territorio e delle sue tipicità, nonché sistemi di gestione eco-compatibili e nel nostro caso è arrivato il riconoscimento per il particolare lavoro in favore del miglioramento dell’accessibilità al mare del Plemmirio>>.

Soddisfazione viene espressa anche dalla direttrice dell’AMP Plemmirio, Rosalba Rizza: <<Il premio rappresenta – afferma la Rizza – un bel riconoscimento per il grande lavoro che portiamo avanti pur in mezzo a tante difficoltà sin dalla istituzione dell’area marina particolarmente in favore dell’accessibilità ai disabili. E’ stato premiato un lavoro corale in cui abbiamo sempre profondamente creduto>> .

 

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

delfino attacca pesce gatto Perché i delfini decapitano le loro prede ?
4.3 (3) I biologi marini hanno scoperto alcuni anni fa che alcuni delfini tursiopi del
pesce con amo in pancia Amo : meglio tagliare o slamare ?
5 (1) Una domanda che ci siamo posti un po’ tutti durante le nostre battute
Tonno rosso Stock di tonno rosso : la situazione migliora ed i tonni non sono più in pericolo
5 (5) Quattro specie di tonno pescate commercialmente sono sulla buona strada per il recupero
Il granchio fantasma – Ocypode cursor
4 (2) Il granchio fantasma – Ocypode cursor è un piccolo granchio delle dimensioni massime
idrofono Monitoraggio acustico dei mammiferi marini
4 (1) I mammiferi marini, in particolare i membri dei due ordini Pinnipedi (foche) e
delfini drone I droni infastidiscono i delfini?
5 (1) Oggi sempre più droni sono utilizzati per riprendere immagini, fare foto, monitorare ma
Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (6) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime