Orlando: «Sanzioni più severe per contrastare il bracconaggio nella pesca sportiva»

Il Giornale dei MARINAI NewsOrlando: «Sanzioni più severe per contrastare il bracconaggio nella pesca sportiva»
0
(0)

Importante presa di posizione pubblica del Ministro della giustizia che promette alla Fiops azioni più incisive per combattere il reato

Una promessa alla Fiops, un impegno verso tutti i pescatori. Il ministro della giustizia Andrea Orlando ha accolto nella sede di via Arenula a Roma, Francesco Ruscelli, direttore della federazione italiana operatori pesca sportiva che, neanche un mese fa, gli aveva consegnato una dettagliata memoria sul fenomeno del bracconaggio; il documento, realizzato grazie al supporto degli esperti Roberto Ripamonti e Michele Valeriani, conteneva anche uno studio normativo effettuato dall’avvocato Federica Bartolini per conto della Fiops. Lo scopo era quello di discutere la modifica al testo della legge 154 del 2016 in modo da rendere più severe le pene per il reato di bracconaggio.

«Un fenomeno grave – ha esordito il ministro Orlando – che non soltanto colpisce un’attività di grande rilevanza sociale come quella della pesca sportiva ma anche perché, in molte realtà, distrugge l’ecosistema desertificando in modo spesso irreparabile molte zone del nostro Paese. Credo si debbano utilizzare tutti i mezzi a nostra disposizione per contrastare e sconfiggere questa piaga».

Uno degli strumenti, suggerito dalla Fiops, potrebbe essere la riqualificazione del reato come delitto. «L’articolo 40 della legge 154 – ha evidenziato Francesco Ruscelli – prevede la configurazione del bracconaggio come contravvenzione mentre i comportamenti a cui assistiamo seguono modalità mafiose, paragonabili a quelle di un’associazione a delinquere. La riqualificazione del reato consentirebbe alle forze dell’ordine di intervenire con strumenti operativi più incisivi ed efficienti come l’arresto in flagranza di reato».

Una strada che il Ministro pare intenzionato a percorrere. «Con l’attuale configurazione del reato, è impossibile contestare l’associazione a delinquere che, in verità, è oggi uno dei sistemi con cui si organizza e si esprime il fenomeno del bracconaggio. Penso che questa sia un’ipotesi da prendere seriamente in considerazione. Convocherò al più presto un tavolo delle associazioni per affrontare la tematica».

Parole “dolci” per le orecchie dei circa 2 milioni di pescatori che, soltanto in Italia, muovono un indotto di circa due miliardi di euro all’anno. Il confronto si è concluso nel ricordo di Valerio Verri, la guardia ittica volontaria di Legambiente che, mentre stava compiendo un controllo anti bracconaggio, è stata tragicamente uccisa.

«Una vicenda drammatica che rende il senso delle dimensioni che questo fenomeno ha assunto, degli interessi in gioco e anche della violenza con cui è portato avanti. Ne approfitto – termina il Ministro Andrea Orlando – per ringraziare tutte le guardie volontarie che concorrono a mantenere un sistema di regole che dobbiamo implementare e  tutti i pescatori sportivi che, con la loro attività, contribuiscono ad una manutenzione del territorio e ad una vigilanza su di esso».

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Il granchio fantasma – Ocypode cursor
4 (2) Il granchio fantasma – Ocypode cursor è un piccolo granchio delle dimensioni massime
idrofono Monitoraggio acustico dei mammiferi marini
4 (1) I mammiferi marini, in particolare i membri dei due ordini Pinnipedi (foche) e
delfini drone I droni infastidiscono i delfini?
5 (1) Oggi sempre più droni sono utilizzati per riprendere immagini, fare foto, monitorare ma
Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (6) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino