Orcinus orca, il mammifero predatore degli oceani

Il Giornale dei MARINAI Mammiferi mariniOrcinus orca, il mammifero predatore degli oceani
4
(5)

Sicuramente tra i predatori marini più’ intelligenti, l’orca  ha però una fama che non rende giustizia.

L’orca è un mammifero molto intelligente ma che come lo squalo non ha avuto fortuna nel mondo cinematografico. Protagonista di film, documentari e copertine, questo splendido mammifero marino è spesso rappresentato come uno spietato assassino senza pietà, che attacca e distrugge tutto ciò’ che trova sulla sua strada. Il film “l’Orca Assassina” tratta dal romanzo di Arthur Herzog ORCA: The Killer Whale ha creato un falso mito negli spettatori. Sebbene l’orca del film venga rappresentata come un animale intelligente e con una grande memoria, viene anche sottolineato un aspetto crudele di questo animale non reale e veritiero.

Per le orche, un amore e’ per sempre

Questi animali vivono in gruppi di individui da 5 a 30 individui, solitamente composto da un maschio predominante e diverse femmine accompagnate da giovani. Le orche riescono a costruire una vera e propria famiglia, rimanendo monogami a vita. Il maschio predominante conquista una femmina con cui rimarrà sino alla morte, le altre femmine cosi intraprenderanno rapporti con i capo famiglia del tipo zia-sorella.

L’orca è un grande cetaceo con un corpo rotondo. La femmina può misurare fino a 7 m e il maschio fino a 9,8 m. Il peso dell’orca varia da 4 a 8 tonnellate.

Quanto vivono le orche

Animali piuttosto longevi, le orche riescono ad arrivare ai 35-40 anni di età, anche se si conoscono casi di orche ben piu’ longeve (40-50 anni).

Come comunicano le orche

Grandi comunicatori, le orche si esprimono attraverso un linguaggio fatto di suoni. Questi suoni possono cambiare dalle zone in cui vivono i gruppi di orche per cui possono essere tranquillamente considerati dei veri e propri dialetti. Questi suoni udibili a distanza di diverse miglia servono a tracciare il territorio, avvisare di un pericolo o invitare gli individui alle “riunioni di famiglia”.

L’orca riesce a catturare i piccoli leoni marini sulla spiaggia.  In quest’impresa l’animale si spiaggia, ma con decisi movimenti scivola indietro riguadagnando il mare . 

Cosa mangia l’orca ?

La dieta di questi animali è fatta principalmente di pesci grassi come salmoni e merluzzi, ma non disdegnano mammiferi e uccelli come foche, leoni di mare e pinguini. Contrariamente a quanto si possa pensare, l’orca non attacca l’uomo nel suo ambiente naturale, ne tanto meno l’uomo corre  il rischio di essere scambiato per una foca.

Le orche attaccano l’uomo

I pochissimi attacchi ad un uomo sono tutti avvenuti con animali in cattività, spesso stressati e costretti a lavorare anche per 10 ore consecutive negli acquari o parchi divertimento. L’orca non può’ essere considerata come uno squalo, con cui non condivide nulla, se non di vivere nello stesso ambiente acquatico. L’orca riesce a riconoscere un uomo, sa anche che lo deve evitare, l’unico caso in cui un orca potrebbe attaccare e quando l’uomo in qualche maniera minaccia il suo gruppo o la sua famiglia.

Un’orca può vivere fino a 80 anni (la media è comunque sui 50 anni). Ma in cattività i tempi si riducono drasticamente a 30 anni.

Strategie di caccia

Le orche sfruttano il loro ingegno per minimizzare lo sforzo durante la caccia. Le orche cacciano in branco, sfruttano gli errori delle prede e sanno quando e come catturarle anche fuori dall’acqua. Le orche riescono a uscire dall’acqua, andando a catturare i piccoli di foca che si riscaldano sulla battigia. Con una forte spinta della coda escono dall’acqua, catturano la foca e poi con dei colpi di reni riescono a rigirarsi e a tornare in acqua a godersi il loro pasto. Ma possono anche aspettare il pinguino che si tuffa dalla banchisa. Degli scienziati hanno documentato di orche che aspettano sott’acqua il tuffo del pinguino per catturarlo con un salto, mentre l’uccello entra in acqua.

Le orche sono intelligenti

Animali intelligenti che non hanno niente a che vedere dal punto di vista fisico  con gli squali, spesso bistrattate, ancora cacciate ed uccise da pescatori che credono saccheggino i loro bottini di pesce. Questi ingegnosi mammiferi sono protetti e la pesca ne è vietata, ma in alcune zone del pianeta vengono ancora cacciate ed uccise. Ah dimenticavo, il cervello delle orche è più sviluppato di quello dell’uomo…soprattutto di quello dei pescatori  cui abbiamo accennato.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4 / 5. Conteggio voti: 5

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

1 thought on “Orcinus orca, il mammifero predatore degli oceani”

  1. vitale ha detto:

    ottimo giornale per gli amanti del mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal