I segreti del Mediterraneo

ombredalfondo_07

Iniziata la fase operativa del Progetto “Ombre dal Fondo”. Nei giorni 27 e 28 novembre 2013, gli esploratori del Team Rebreather Sicilia hanno individuato e documentato un relitto d’interesse archeologico a circa 60 metri di profondità, nel tratto di mare compreso tra Acitrezza ed Acireale. “Ombre dal Fondo” è una iniziativa dell’Associazione “Progetto Mare” che permetterà di ampliare le conoscenze del patrimonio culturale e naturalistico custodito dal mare di Sicilia a profondità non raggiungibili con le tradizionali tecniche d’immersione. Al progetto hanno già aderito la Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana, la Guardia Costiera, la Guardia di Finanza, il Team Rebreather Sicilia e la Casa editrice “Qanat”. La fase iniziale del progetto “Ombre dal Fondo” prevede l’esplorazione e la documentazione di quattro relitti già segnalati dalla Soprintendenza del Mare ma non ancora studiati dagli archeologi perchè situati tra i 60 e gli 80 metri di profondità. Una seconda fase sarà invece dedicata all’esplorazione di particolari ambienti naturalistici e l’individuazione di nuovi e suggestivi itinerari turistici subacquei. “Ombre dal Fondo” è un’iniziativa unica nel suo genere. Per la prima volta in Sicilia, verranno applicate alla ricerca scientifica tecniche d’immersione innovative per operare in sicurezza a profondità elevate. Gli esploratori del progetto “Ombre dal Fondo” potranno infatti operare oltre il limite dei 50 metri imposto per le immersioni tradizionali grazie all’utilizzo di miscele e del Rebreather: respiratori tecnologicamente avanzati a circuito chiuso realizzati per raggiungere ed operare a profondità elevate. Dotati di una sofisticata centralina elettronica, i Rebreather, erogano particolari miscele di gas che riducono, fino ad annullarlo, il rischio d’embolia e d’ebbrezza da profondità a cui sono esposti i subacquei che si immergono con i tradizionali autorespiratori ad aria.

“Il nostro obiettivo – spiega Riccardo Cingillo, responsabile del progetto – è stimolare nella comunità siciliana, in particolare nei giovani, l’interesse per un’isola che riserva ancora l’emozione della scoperta e dell’esplorazione. “Ombre dal Fondo” intende dimostrare che il mare ha ancora tanti segreti da svelare e che le innovative tecniche d’immersione possono contribuire non poco alla ricerca scientifica, alla valorizzazione del patrimonio naturalistico ed allo sviluppo di nuove forme di turismo responsabile”. Il Progetto“Ombre dal Fondo” vede coinvolto un selezionato gruppo di professionisti siciliani con grande esperienza d’esplorazione subacquea. Il primo appuntamento pubblico è previsto a partire da aprile 2014, a cura della Soprintendenza del Mare, all’Arsenale della Marina Regia di Palermo per la presentazione dei risultati delle ricerche e l’allestimento di una mostra temporanea multimediale.

GRUPPO DI LAVORO
Riccardo Cingillo: Responsabile progetto, documentarista ed esploratore subacqueo alto fondale.
Massimiliano Piccolo: Esploratore subacqueo alto fondale, responsabile sicurezza tecnica immersioni ad alta profondità, tecnico dei Rebreather.
Santo Tirnetta: Fotografo, esploratore subacqueo alto fondale, esploratore speleosub.
Massimo Ardizzoni: Fotografo, esploratore subacqueo alto fondale, speleosub, istruttore immersioni Rebreather.
Toni Saetta: subacqueo, editore
Vincenzo Sottosanti: giornalista, subacqueo archeologo, esploratore speleosub.
Eugenio Vecchio e Mariano Pulizzi: assistenti di superficie.
Sebastiano Tusa, Alessandra De Caro, Salvo Emma, Roberto La Rocca, Nicolò Bruno, Claudio Di Franco: Soprintendenza del Mare.

Info:
Vincenzo Sottosanti
Tel. 348 2922585
e – mail: sottosanti@libero.it

Ufficio Relazioni con il Pubblico della Soprintendenza del Mare
Tel. 0916230638
e – mail: urp.sopmare@regione.sicilia.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui