balena-plastica


Il cetaceo trovato morto nei pressi di Manila sarebbe deceduto per shock gastrico dopo aver ingerito piu’ di 40 Kg di plastica.

Sacchetti di plastica di dimensioni diverse avrebbero ostruito il condotto gastrico dello zifio deceduto nei pressi della spiaggia di Davao City. L’animale è stato ritrovato da Darrell Blatchley, il Presidente del . Dopo aver recuperato la carcassa del cetaceo i ricercatori hanno proceduto ad una autopsia per scoprire le cause della morte. I ricercatori sconvolti hanno postato le immagini sui social mostrando al mondo intero come lo stomaco dello zifio fosse pieno di plastica. Lo stesso Darrell Blatchley era sconvolto dal ritrovamento ed ha affermato che la plastica era veramente tanta. La direzione del D’Bone Collector Museum comunica che a giorni pubblicherà la lista degli oggetti di plastica ritrovati nello stomaco del cetaceo.

plasctica Nelle Filippine un cetaceo morta con 40 Kg di plastica nello stomacoplastica-zifio Nelle Filippine un cetaceo morta con 40 Kg di plastica nello stomacoplastcia-nella-pancia-dello-zifionelle-filippine Nelle Filippine un cetaceo morta con 40 Kg di plastica nello stomaco54132994_2689345717758666_8439708782153433088_n Nelle Filippine un cetaceo morta con 40 Kg di plastica nello stomacoI ricercatori del Museo sono soliti analizzare le carcasse di balene e delfini trovati deceduti sulle spiagge delle Filippine. Ad oggi sono ben 57 i cetacei analizzati dal museo, deceduti dopo aver ingerito della plastica. Ad esempio un globicefalo morto a giugno scorso aveva ingerito ben 80 buste di plastica per un peso di ben 8Kg.

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui