Il fiume Daldykan che scorre vicino Norilsk in Siberia, ha cambiato colore. Le acque si sono colorate rosso sangue. Due teorie cercano di spiegare come sia potuto accadere.

In una notte il fiume Daldykan si e’ colorato di rosso. Escludendo che si possa trattare di una massiva fioritura algale chiamata red bloom si sono fatte strada due teorie. La prima che accusa il primo indiziato speciale: il Ferro. Sembra infatti che in tutta la regione i terreni ne siano ricchi e probabilmente il ferro si sia legato a qualche composto organico dando cosi il colore rosso acceso. Gli ioni ferro(II) (Fe2+) e ferro(III) (Fe3+) formano infatti  complessi di colore rosso con numerosi composti organici.

La seconda teoria invece accusa l’industria metallurgica. Una perdita di inquinanti, di cui non si conosce ancora la provenienza ma che proverrebbe da una perdita nelle tubazioni di scarico, potrebbe essere  la soluzione del mistero. Sembra che il Ministero dell’Ambiente Russo abbia accusato il complesso metallurgico Nadezhda, fabbrica di estrazione e fusione del nickel della compagnia Norilsk Nikel. L’azienda, una delle piu’ grandi produttrici di Nickel e Palladio, ha negato pero’ ogni coinvolgimento con la colorazione del fiume.

russiatreI Ministero dell’Ambiente e’ gia’ al lavoro in questo momento per cercare di capirne di piu’ e soprattutto localizzare la fonte del disastro.

russaiquatrSembra che non sia comunque la prima volta. Gli abitanti riferiscono di aver visto colorare il fiume gia’ in passato tanto da aver dato al fiume l’appellativo di “Mar Rosso”.

Replica

Please enter your comment!
Please enter your name here