Gli amanti del pesce hanno un minor rischio di soffrire depressione, circa il 17% in meno rispetto ai mangiatori di carne.

A dire che il pesce riduce il rischio di depressione è una ricerca portata avanti dall’Università del Qingdao Medical College di Shandong in Cina. In questo nuovo studio pubblicato sul Journal of Epidemiology e Community Health del 10 settembre scorso, i ricercatori hanno lavorato sui risultati di 26 progetti condotti tra il 2001 e il 2014. Sono stati analizzati tutti i legami tra consumo di pesce e depressione. Su 150278 casi studiati a quanto pare, gli amanti del pesce, risponderebbero meglio a problemi psichici o a disturbi depressivi.

Omega3 importanti per la regolazione della dopamina

Sembra che il ruolo degli Omega3 sia importantissimo per le funzioni di serotonina e dopamina. Lo studio però non ha dato dei valori circa le quantità di pesce che bisogna consumare per proteggersi dalla depressione, ma è riuscito a mettere a fuoco il motivo per cui in paesi dove il consumo di pesce è alto come Giappone, Corea e Taiwan a discapito di paesi dove il consumo pro capite di pesce più basso come in Germania e Nuova Zelanda. Sembra anche ce mangiare il pesce come sgombro, pesce spada, sardine o salmone riesca anche a tenere a freno i sintomi di una malattia.




Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Articolo precedentePesci contro vermi. La migliore difesa e’ sempre l’attacco
Articolo successivoLe aree di nursery
Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui