Mangia pesce e “senti” meglio-Il consumo regolare di pesce protegge  dalla perdita dell’ udito associato all’invecchiamento.


Questo studio si è concentrato principalmente sulle donne, ma non vi è alcun motivo per cui non si possa applicare anche gli uomini. Il monitoraggio è durato circa venti anni e ha coinvolto circa 65.000 partecipanti. Le loro abitudini alimentari sono state associate all’abbassamento di udito naturale . Un fenomeno molto comune associato  all’avanzare dell’età.

Uno dei risultati più significativi mostra che chi mangia almeno due volte  pesce – di qualsiasi tipo – per settimana, abbassa il rischio di perdita dell’udito del 20% rispetto a chi lo consuma raramente.Mangia pesce e “senti” meglio: La ricerca portata avanti dal Brigham and Women Hospital di Boston ha pubblicato i suoi dati ancora una volta e ritiene che il conusmo regolare di pesce può prevenire- in certa misura- il deficit uditivo associato all’età avanzata. Sia pesci che crostacei ci farebbero “sentire meglio”

I coordinatori di questa ricerca (Brigham and Women Hospital di Boston), pertanto ritengono che il consumo regolare di pesce può prevenire – in una certa misura! – Il deficit uditivo associato con l’invecchiamento, e almeno ritardare l’insorgenza o ridurre le dimensioni. Essi aggiungono che i crostacei sono anche di beneficio in tal senso.

cucina-pesce

Marcello Guadagnino

Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento