L’Area Marina Protetta “Isole Egadi”, gestita dal Comune di Favignana, è stata insignita di un riconoscimento per la realizzazione e la gestione degli innovativi campi boe al servizio del turismo nautico, assegnatole da Legambiente e Federparchi.

Il riconoscimento, denominato Oscar dell’Ecoturismo, sarà conferito al Presidente e al Direttore, Giuseppe Pagoto e Stefano Donati, nell’ambito dell’evento dal tema “Turismo: L’Italia si fa Verde”, che si terrà il 12 Febbraio prossimo, alle ore 14:30 presso lo spazio della Regione Marche, alla 36^edizione della BIT di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo.

L’iniziativa, che è volta ad illustrare il ‘Primo rapporto sul turismo ambientale nel Belpaese. Numeri, tendenze, buone pratiche di sostenibilità’, sarà curata da Stefano Landi, dell’Università Luiss Guido Carli di Roma, e prevede un dibattito alla presenza di Francesco Palumbo (Direttore Generale Turismo del Mibact), Sebastiano Venneri (Presidente Vivilitalia), Giampiero Sammuri (Presidente Federparchi), Angelo Gentili (Responsabile turismo Legambiente), Francesca Pulcini (Presidente Legambiente Marche). Al termine verranno assegnati gli Oscar dell’Ecoturismo, che premiano le migliori pratiche fra le strutture ricettive di Legambiente Turismo e il sistema nazionale delle Aree protette in collaborazione con Federparchi.

Sono 14 i campi boe ecosostenibili per la nautica da diporto realizzati e installati attorno alle tre isole Egadi dall’Area Marina Protetta, per un totale di circa 150 gavitelli: nel 2016 ne saranno realizzati altri 3. Il progetto consente la fruizione nelle aree più belle e vulnerabili dell’arcipelago, impedendo l’erosione dei fondali da parte delle ancore delle barche. L’autorizzazione all’ormeggio si può richiedere online, sul posto, o presso gli uffici dell’AMP. I campi boe dell’AMP delle Egadi sono stati inseriti tra le buone pratiche citate sul sito web dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), l’ente di ricerca del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Replica

Please enter your comment!
Please enter your name here