• Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:News
  • Commenti dell'articolo:1 commento
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura
  • Ultima modifica dell'articolo:4 Dicembre 2019

L’ONU afferma che la caccia alle balene non aveva scopi scientifici.

baleine-a-bec-abattue_382

La controversia sembra abbia trovato un punto d’arrivo: la pesca delle balene a scopo “scientifico” del Giappone potrebbe avere fine. I giapponesi uccidono piu’ di mille balene ogni anno. Nel 2010 l’Australia aveva fatto causa al Giappone dinanzi alla corte internazionale di giustizia, ma i giapponesi avevano aggirato lo stop alla caccia attaccandosi a delle clausole brocratiche e continuando cosi a pescare.

rorqual_peche_flickr_copyright__borisL’ONU ordina lo stop alla caccia alle balene

L’ONU ha dunque stabilio, con 12 voti a favore e quattro contrari, che il giappone deve revocare “ogni permesso, licenza, autorizzazione in relazione al Jarpa II (il programma giapponese di caccia alle balene nell’Antartide) e deve astenersi da concedere altre licenze in futuro”.

Marcello Guadagnino

Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Questo articolo ha un commento

  1. andrea

    Bisogna trovare qualcosa che stia molto a cuore ai Giapponesi e colpirli in quella. Quindi fare uno scambio vietando non la caccia ma di fatto tutti i prodotti che se ne ricavano così la loro caccia a scopi scientifici sarà inutile.

Lascia un commento