Il predatore piu’ famelico delle acque della terra, sua maestà lo squalo bianco ha di che preoccuparsi. Lo afferma uno studio portato avanti dai ricercatori del Monterey Bay Aquarium che mette in correlazione squali bianchi ed orche e che mostra come il grande predatore sia terrorizzato dai grandi cetacei.

L’analisi è stata condotta su 165 esemplari di squalo bianco (Carcharodon carcharias) ed su un gruppo di orche su cui sono stati installati dei dispositivi GPS per monitorarne gli spostamenti. In un arco di 7 anni le analisi dei dati rivelano una vera e propria successione tra i due animali. Orche e squali infatti si sono incontrati raramente e se le orche raggiungevano la zona dove lo squalo bianco era presente, era proprio quest’ultimo a dileguarsi e lasciare il campo libero ai cetacei.

SOSMag-Iss08-Feature-Art03-Artwork003-©MarcDandoCopyright-SOSF-OrcaWhiteSharkAttack-975x831 Le orche, l'incubo degli squali bianchiI comportamenti tra predatori sono difficili da osservare in natura per cui si conosce ancora ben poco. Gli squali solitari probabilmente lascerebbero la zona di caccia per paura proprio che le orche vivendo in gruppo (Pod) possano attaccare un individuo singolo con poca chance per quest’ultimo.

Immagini : https://www.saveourseasmagazine.com/winter-is-coming/

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui