Home Notizie sul mare e sulla pesca L’Area Marina Protetta “Isole Egadi” festeggia con la liberazione della tartaruga Teo...

L’Area Marina Protetta “Isole Egadi” festeggia con la liberazione della tartaruga Teo il 25° anniversario del Programma Life

135
0


Sul litorale di Marsala, accompagnato da un centinaio di persone intervenute per salutarlo, è tornato in mare Teo, l’esemplare di Caretta caretta in degenza dal mese di marzo scorso presso il Centro di Primo Soccorso per Tartarughe Marine dell’Area Marina Protetta “Isole Egadi”, dove era giunto a causa di una cattura accidentale da parte delle attività di pesca professionale. Teo, esemplare subadulto di 54 cm circa, recuperato in località San Teodoro (Marsala, da cui il nome), il giorno del recupero presentava una lenza che fuoriusciva dalla bocca, alla quale era collegato un amo da palangaro derivante, arrestatosi in prossimità della zona esofagea. Soccorso e recuperato dal personale dell’AMP, era stato poi operato di urgenza a Favignana il giorno stesso. E ieri, dopo una breve convalescenza ed essersi perfettamente ristabilito, ha ritrovato il mare dallo stesso luogo in cui lo aveva lasciato. Ad aiutare Teo a riprendere la strada verso il mare sono stati Rosaria, una collaboratrice dell’AMP, e Marco Tramati, storico rappresentante della marineria di Marsala, a testimoniare la nuova attenzione dei pescatori per la salvaguardia delle tartarughe. All’evento erano presenti rappresentanti della Ripartizione Faunistico Venatoria della Provincia di Trapani e dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Marsala. L’evento di ieri, accompagnato da un’attività di sensibilizzazione rivolta ai bambini presenti, ha segnato la conclusione di un fine settimana di azioni organizzate dall’AMP “Isole Egadi” e dall’omonimo Centro di Primo Soccorso per tartarughe marine, in occasione del 25°anniversario del programma Life, nell’ambito del progetto LIFE+12 TartaLife, finanziato dall’Unione Europea, avente come capofila l’ISMAR-CNR di Ancona e del quale l’AMP è partner. Venerdì 19 maggio, infatti, gli operatori del Centro Tartarughe e il personale dell’AMP avevano intrattenuto i bambini della scuola dell’infanzia di Favignana con attività didattiche e giochi a tema sulla spiaggia, per educarli alla tutela del mare e delle tartarughe marine.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui