L’appello di Punta Campanella contro il consumo dei datteri di mare: “Non mangiarti il futuro”

Il Giornale dei MARINAI NewsL’appello di Punta Campanella contro il consumo dei datteri di mare: “Non mangiarti il futuro”
0
(0)

Resta alta l’attenzione per i cenoni natalizi. Giro di vite delle Forze dell’Ordine con numerosi blitz di Capitaneria di Porto, Carabinieri e Guardia di Finanza: in pochi giorni oltre 300kg di datteridimare sequestrati, 15 denunciati e 1 arresto in penisola sorrentina.

Resta alta l’attenzione del Parco Marino di Punta Campanella e delle Forze dell’Ordine nei confronti dei pescatori di frodo e dei datterari in vista dei cenoni natalizi.

L’Area Marina Protetta, gia’ da un paio di anni, ha lanciato la campagna, rivolta ai consumatori, “Non mangiarti il futuro, dici No ai datteri di mare”, mentre la Forze dell’ordine hanno gia’ effettuato diversi blitz in questi giorni prenatalizi, con oltre 300kg di datteri sequestrati. In particolare, la Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, guidata dal comandante Guglielmo Cassone, ha inferto una serie di duri colpi ai danni dell’organizzazione che preleva datteri dai fondali della penisola sorrentina per poi rivenderli sul mercato nero a cifre da capogiro.

Circa 100 euro al chilo per gustare il mollusco proibito durante i cenoni natalizi. Il giro d’affari e’ importante e vede coinvolti personaggi senza scrupoli, disposti a rischiare denunce e arresti e a distruggere i ricchi fondali della costiera per portare a termine questo commercio illegale ed estremamentedannosoper l’ambiente. Negli ultimi blitz della Capitaneria di Porto, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza sono stati denunciati 15 datterari, gia’ noti alle Forze dell’ordine, ed e’ stato anche arrestato un pregiudicato. Sotto osservazione anche le pescherie con numerosi sequestri di prodotti ittici.
La lotta al prelievo illegale del dattero di mare resta dunque un’emergenza per la penisola sorrentina, nonostante la forte riduzione del fenomeno negli ultimi decenni. Quasi scomparsi i datterari “occasionali”, restano soltanto datterari “professionisti” inseriti in una piu’ vasta organizzazione che punta a guadagni a 5-6 zeri e non a piccole quantita’. Per prelevare i datteri vengono distrutte intere zone di fondale con la conseguente desertificazione dell’area circostante. Un danno incalcolabile per il meraviglioso e ricco mondo sottomarino, visto che poi la natura impiega decenni a ripristinare la biodiversita’ nella zona, e non sempre ci riesce.
“Per questo e’ importante che tutti i cittadini, sulle loro tavole per i cenoni natalizi, evitino assolutamente i datteri, ma anche le specie protette e i pesci sotto la misura minima”, l’appello lanciato dal Parco Marino di Punta Campanella, che invita tutti a “segnalare e denunciare pescherie che li vendono o ristoranti che li offrono clandestinamente nei loro menu’. Chi mangia datteri e’ complice della devastazione dei meravigliosi fondali e arreca un grave danno alla ricca biodiversita’ del Parco, alla pesca regolare e alle prossime generazioni.
Non mangiarti il futuro, dici No ai datteri di mare!”.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

delfino attacca pesce gatto Perché i delfini decapitano le loro prede ?
4.3 (3) I biologi marini hanno scoperto alcuni anni fa che alcuni delfini tursiopi del
pesce con amo in pancia Amo : meglio tagliare o slamare ?
5 (1) Una domanda che ci siamo posti un po’ tutti durante le nostre battute
Tonno rosso Stock di tonno rosso : la situazione migliora ed i tonni non sono più in pericolo
5 (5) Quattro specie di tonno pescate commercialmente sono sulla buona strada per il recupero
Il granchio fantasma – Ocypode cursor
4 (2) Il granchio fantasma – Ocypode cursor è un piccolo granchio delle dimensioni massime
idrofono Monitoraggio acustico dei mammiferi marini
4 (1) I mammiferi marini, in particolare i membri dei due ordini Pinnipedi (foche) e
delfini drone I droni infastidiscono i delfini?
5 (1) Oggi sempre più droni sono utilizzati per riprendere immagini, fare foto, monitorare ma
Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (6) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime