La Riserva Naturale Marina Torre Guaceto

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

La Riserva Naturale Marina Torre Guaceto è un’area protetta marina situata sulla costa adriatica della Puglia, tra i comuni di Carovigno e Brindisi. La riserva, istituita nel 1991, si estende su una superficie di circa 2.200 ettari.

La riserva marina è caratterizzata da una grande varietà di ambienti marini, che vanno dalle praterie di Posidonia oceanica alle scogliere rocciose, dalle spiagge sabbiose alle dune costiere. L’area protetta ospita numerose specie di flora e fauna , alcune delle quali sono molto rare o endemiche.

Tra le specie marine più rappresentative della Riserva Naturale Marina Torre Guaceto vi sono la Posidonia oceanica, una pianta acquatica endemica del Mediterraneo, e la nacchera, un mollusco gasteropode che vive nei fondali sabbiosi. Sono presenti anche spigole, dentici, saraghi e murene oltre che polpi ed aragoste.

La riserva marina è anche un’importante area di nidificazione per numerose specie di uccelli marini, tra cui la gazza marina, diverse specie di gabbiani e l’avocetta. Inoltre, lungo le coste della riserva si possono osservare tartarughe marine, delfini e altre specie di mammiferi.

I punti di delimitazione esterna dell’AMP sono:

  • A: latitudine 40°45’24” Nord: longitudine 17°46’04” Est
  • B: latitudine 40°43’15” Nord: longitudine 17°50’56” Est
  • C: latitudine 40°41’44” Nord: longitudine 17°49’36” Est
  • D: latitudine 40°43’24” Nord: longitudine 17°46’00” Est.

L’area marina protetta è suddivisa in tre zone con diverso grado di tutela:

ZONA A, di RISERVA INTEGRALE, in cui è proibita la navigazione, l’accesso, l’approdo e la sosta di navi e natanti di qualsiasi genere e tipo, ad eccezione di quelli debitamente autorizzati dall’Ente gestore per motivi di servizio nonché per eventuali attività di ricerca scientifica e di visite guidata, precedentemente autorizzate dallo stesso ente gestore. Nell’AMP di Torre Guaceto sono presenti due zone A dove, dunque, è proibita qualsiasi attività antropica, che possa arrecare danno o disturbo all’ambiente marino perché tale zona rappresenta la “core area” dell’AMP.

ZONA B, di RISERVA GENERALE, dove sono consentite, spesso regolamentate e autorizzate dall’Ente gestore, oltre alle attività previste per la Zona A, una serie di attività che permettono la fruizione e l’uso sostenibile dell’ambiente. Nella zona B la balneazione è consentita la balneazione dall’alba al tramonto.

ZONA C, di RISERVA PARZIALE, rappresenta la fascia tampone (buffer) tra le zone di maggior valore naturalistico e i settori esterni all’AMP; in tale zona ricade la maggior parte dell’estensione dell’AMP. In tale zona è possibile svolgere, oltre alle attività possibili nella zona A e B, anche le attività di pesca e la navigazione. Le attività sopraelencate sono normate dal decreto istitutivo e dal disciplinare provvisorio. La presenza di una zona buffer permette che tale area di transizione faccia da filtro e da mitigatore dei processi di disturbo.

Ecco alcune attività che si possono fare a Torre Guaceto:

  1. Fare il bagno: Torre Guaceto è famosa per le sue acque cristalline e per le sue spiagge di sabbia dorata. È un posto perfetto per nuotare, fare immersioni e snorkeling.
  2. Fare una passeggiata: la riserva naturale offre molti sentieri escursionistici, che permettono di ammirare la fauna e la flora locali. Inoltre, la riserva è famosa per i suoi ulivi secolari, che creano un’atmosfera magica.
  3. Fare birdwatching: la riserva è un’importante area di nidificazione per molte specie di uccelli migratori. Qui è possibile avvistare l’avvoltoio grifone, il falco pellegrino e molti altri uccelli.
  4. Visitare la Torre Guaceto: la torre costiera del XV secolo, da cui la riserva prende il nome, si trova sulla punta della penisola e offre una vista spettacolare sulla costa.
  5. Esplorare in bicicletta: la riserva è facilmente accessibile in bicicletta, ed è possibile noleggiare una bicicletta nelle vicinanze. La zona offre molti percorsi ciclabili, che attraversano le campagne e le spiagge.
  6. Fare un’escursione in barca: molte agenzie offrono escursioni in barca lungo la costa, che permettono di vedere la riserva da una prospettiva diversa.
  7. Assaggiare la cucina locale: la regione è famosa per i suoi piatti a base di pesce e per i suoi vini pregiati. Non perdete l’occasione di assaggiare i piatti tipici della zona nei ristoranti locali.

Meteo Torre Guaceto

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest
Email
Tags :

Lascia un commento

Ultimi articoli
Le schede degli organismi marini