CONDIVIDI


La pesca con il rezzaglio viene praticata con una rete da pesca in nylon chiamata sparviero o anche giacchio. Questa rete circolare è piombata sul fondo e si utilizza lanciandola dal bordo o dalla barca per la cattura di pesci come i cefali, aguglie o ancora le alici e le sardine. Il rezzaglio viene tenuto dal pescatore tramite una corda che serve a recuperare la rete dopo il lancio in acqua.

La pesca con il rezzaglio è una tecnica di pesca antica che ha bisogno di abilità per il lancio. Uno strumento da pesca semplice che viene utilizzato soprattutto dai pescatori per cercare il vivo per la pesca a traina o per la pesca della leccia con la teleferica dal bordo. Un attrezzo da pesca, il rezzaglio, divertente e adatto a tutti che si vogliono cimentare nella pesca nelle sere d’estate dai moli o dalla barca. Questo strumento puo’ essere lanciato anche dalla spiaggia per la cattura di pesci piatti o di cefalopodi come seppie e calamari. La cosa importante è imparare a lanciarlo. Bisogna armarsi di tanta pazienza ma nel giro di pochi lanci riuscirete senza dubbi a lanciarlo in acqua in maniera  accettabile.

Come lanciare il rezzaglio

rezzaglio da pescaPer lanciare un rezzaglio si deve dapprima raccoglierlo e posizionarlo sulla spalla destra. Con la mano destra si dovrà tenere ben ferma la corda di attacco per evitare di perdere l’attrezzo in acqua dopo il lancio. Il gioco del braccio permetterà alla rete di aprirsi al lancio e depositarsi in acqua come una grande campana. I piombi affonderanno velocemente e il pesce che cercherà di scappare verso la superficie rimarrà bloccato tra le maglie della rete. Aspettate che la rete raggiunga il fondo, dopodichè potete tirate a voi la corda legata al rezzaglio per recuperare il pesce rimasto intrappolato all’interno.

Il rezzaglio dalla barca

Facendo attenzione a non cadere in acqua durante il lancio, il rezzaglio puo’ essere utilizzato anche dalla barca. In particolare si utilizza per la cattura di pesce pelagico come sardine ed alici ma puo’ essere anche lanciato in zone poco profonde per la cattura di pesci costieri.

Il rezzaglio è legale

Argomento molto dibattuto ma si, il rezzaglio è legale. Le misure del rezzaglio pero’ non devono superare i 16 metri di PERIMETRO e non di diametro come in tanti pensano.

Dove posso pescare con il rezzaglio

Da preferire fondali sabbiosi non troppo profondi o nelle zone di roccia dove il rezzaglio non rischia di rimanere impigliato. In questo caso facendo attenzione potete catturare anche saraghi, salpe e altri sparidi.

Pasturare prima di lanciare

In molti amano pasturare con farine ed altre misture per attirare i pesci. Una volta che i pesci girano nel tratto di mare di mare dovete solo scegliere il momento migliore per lanciare e catturare i pesci.

Pesci piccoli da rilasciare

Facendo attenzione nel recupero i pesci non dovrebbero subire traumi. Come per ogni tecnica della pesca sportiva i pesci sotto taglia devono essere rilasciati in acqua. Con il rezzaglio non si possono catturare piu’ di 5 Kg di pesce procapite al giorno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO