La Haven fa un’altra vittima, morto sub di 34 anni di nazionalità Francese.

Un sub, immersosi per raggiungere il relitto della petroliera affondata nel mare di Arenzano nel 1991, è morto ieri dopo un malore durante l’immersione. Era in compagnia di un’amica, esperta subacquea. Il sub, Julien Giller si è sentito male prima di raggiungere la Haven. L’amica lo ha soccorso ed ha provato a risalire lentamente con il compagno. L’uomo trasportato con il gommone del diving a terra, è stato soccorso dai medici senza però alcun risultato. Sembra  che l’uomo aveva raggiunto la profondità di 50 metri prima di raggiungere il relitto, ed a quel punto aveva cominciato a respirare con fatica.

La donna, interrogata dalla capitaneria di porto, ha confermato che si trattava di «una escursione tranquilla» e che «non era previsto di entrare del relitto». I due si erano immersi già il giorno precedente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui