CONDIVIDI


Due bagnanti hanno salvato un pesce palla impigliato in una rete fantasma tagliando la rete con un fondo di bottiglia.

C’era una volta una coppia di pesci palla stava nuotando tranquilla nel mare. No, non e’ una favola ma una storia reale che probabilmente accade tutti i giorni di cui il 99.9% delle volte non ne veniamo a conoscenza. E’ il problema delle reti fantasma, reti rimaste sul fondo del mare che purtroppo continuano ancora a pescare ed ad uccidere esseri viventi inutilmente. E’ quello che e’ successo ad un pesce palla che e’ stato più’ fortunato di tanti altri esseri viventi.

Due giovani ragazzi che facevano snorkeling infatti si sono accorti del pesce impigliato nella rete grazie ad un secondo pesce palla che non ha abbandonato il compagno nemmeno per un secondo. I ragazzi non essendo dotati di coltello hanno trovato un fondo bi bottiglia rotta con cui hanno cominciato piano piano a tagliare i fili della rete per cercare di liberare il povero pesce. Dopo circa 10 minuti il pesce e’ tornato libero ed ha ripreso la sua strada insieme alla compagna. Una magnifica storia d’amore, anzi due. Quella tra i due pesci palla e quella dei due ragazzi nei confronti del mare.

 

via GIPHY

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO