Il Giornale dei MARINAI Specie aliene in Mediterraneo Il pesce scorpione – Pterois volitans

Il pesce scorpione – Pterois volitans

pesce scorpione o pesce leone
5
(2)

Stretto cugino degli scorfani, il pesce scorpione (conosciuto anche come pesce leone) è uno scorpenide diffuso in mar Rosso, in Oceano Pacifico, in Australia ed in Polinesia. Da qualche anno il pesce scorpione è arrivato in Mediterraneo con diverse segnalazioni sulle coste della Turchia, della Grecia ma anche in Sicilia.

Il pesce scorpione è un pesce cosmopolita, i giovani in particolare tendono ad allontanarsi dalla zona di nascita andando alla scoperta di nuovi habitat. Per tale motivo il pesce scorpione riesce a diffondersi facilmente. Si tratta di una specie che si adatta facilmente a nuovi habitat, ad esempio la diffusione in Oceano Atlantico è dovuta ad un rilascio di esemplari allevati in acquario. Durante l’uragano Andrew nel 1992, 6 pesci scorpione furono immessi in mare.

Senza nemici naturali e un tasso di riproduzione estremamente elevato di 2 milioni di uova all’anno , non sorprende che abbiano rapidamente preso il controllo dell’ambiente abitato.
Pian piano il pesce scorpione si è riprodotto sino ad arrivare a popolare le coste del mar dei Caraibi.

La tossina del pesce scorpione

La tossina del pesce scorpione provoca eritemi, echimosi e cianosi della parte colpita. Nei casi più gravi possono comparire necrosi locali , mal di testa, nausea, vomito sino ad ischemia del miocardio. Sono stati documentati anche casi di decessi da puntura di pesce scorpione.

Caratteristiche del pesce scorpione

Come lo scorfano, il pesce scorpione ha una testa piccola ed una grande bocca, sugli occhi sono presenti due escrescenze che per camuffarsi con l’ambiente. Coda larga ed aculei veleniferi (13 sulla pinna dorsale e 3 sulla pinna anale). Tali aculei sono collegati ad una ghiandola velenifera che secerne una tossina che provoca dolore anche dopo la morte del pesce. Per tale motivo in cucina bisogna stare ben attenti a non pungersi con i sui aculei. Si hai letto bene, in cucina, perché il pesce scorpione chiamato anche lionfish è commestibile ed ha anche un buon sapore. Ai Caraibi questo scorpenide è commercializzato in tutti i mercati locali e la pesca è incoraggiata dal Ministero dell’Ambiente.

Una specie nociva

La maggior parte delle invasioni aliene deriva dalle attività umane e dalla globalizzazione del mercato mondiale. Secondo alcune stime, i maggiori danni ambientali, le perdite e le misure di controllo per le specie invasive costano agli Stati Uniti una media di $ 138 miliardi all’anno e le specie invasive minacciano anche quasi la metà delle specie attualmente protette dal Endangered Species Act (NOAA).

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Cosa ne pensi ? Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche