capodoglio

Il capodoglio – Physeter macrocephalus

Dic 13, 2020 By Marcello Guadagnino
1
(1)

Il capodoglio vive praticamente in tutte le acque del pianeta ad eccezione dei “poli estremi”. I maschi si trovano solitamente in acque fredde e ricche di cibo, sia a nord che a sud, mentre le femmine preferiscono rimanere in acque equatoriali o subtropicali.
In Atlantico, i cacciatori chiamavano questo animale “40-40” perché si trovava dal quarantesimo parallelo nord al quarantesimo parallelo sud.

In generale vive intorno ai canyon della piattaforma continentale ma possiamo incontrarlo al largo come nelle acque territoriali.
Il suo respiro è polmonare. Dopo alcuni minuti in superficie, di solito scende in apnea per 5-15 minuti, ma la sua apnea può durare sino a quasi due ore. Può quindi raggiungere grandi profondità (sicuramente fino a 2000 m, forse fino a 3000 m in base ai capodogli morti rinvenuti intrappolati sotto i cavi sottomarini). 
In superficie la sua velocità media è di tre nodi (5 km / h) ma può arrivare ad una velocita di 10/12 nodi.

Il capodoglio è il più grande degli odontoceti. Il maschio può misurare tra 15 e 18 m mentre la femmina misura tra 10 e 13 m.

 Pesa tra le 30 e le 40 tonnellate per i maschi, da 10 a 15 tonnellate per le femmine. Queste differenze importanti sono un vero dimorfismo sessuale: alcuni specialisti sostengono che questo si traduca in una firma acustica diversa a seconda del sesso, tramite la taglia. È grigio scuro , a volte marrone, con un’area più chiara intorno alle mascelle e macchie sul ventre. Molto spesso è ricoperto di segni e cicatrici (tracce di combattimenti tra maschi o con calamari giganti).

È caratterizzato da una testa enorme (un terzo della massa, un quarto della lunghezza e fino a 16 tonnellate di peso). Le vertebre cervicali sono fuse insieme e non ha un “collo”: questo non permette alla testa di muoversi indipendentemente dal corpo. 
Il capodoglio è un odontoceto, quindi una “balena dentata”. La mascella inferiore, a “Y”, ha molti denti larghi e conici: da 40 a 60 e misurano 20 cm e possono pesare un chilo. Crescono solo intorno ai dieci anni. Non c’è dente sulla mascella superiore ma alveoli dove sono alloggiati i denti inferiori. 
Quando si immerge, la coda del capodoglio emerge interamente dall’acqua, il che gli dà una grande spinta e compensa la sua forma massiccia. Come in tutti i cetacei, il suo movimento è orizzontale (mentre è laterale nel pesce), il che aiuta il movimento verso l’alto per tornare in superficie per respirare. Vediamo qui una reliquia dell’evoluzione dei cetacei: il loro scheletro una volta adattato alla vita terrestre non consente loro movimenti laterali.

Si crede che il capodoglio sia teutofago: si nutre principalmente di cefalopodi, polpi e calamari (da decine di cm a più di dieci metri di lunghezza) che cattura a grande profondità, regolarmente tra i 500 ei 2000 m.  Può anche mangiare pesci, anche grandi squali e foche. Di solito caccia durante il giorno e si immerge per 35-45 minuti. Tra due immersioni, respira per dieci minuti. Una femmina mangia sino 500 kg di calamari al giorno mentre un maschio fino a una tonnellata e mezza.

Prima della stagione riproduttiva (da gennaio a giugno), i maschi combattono molto violentemente. I vincitori hanno quindi “diritto” a riprodursi. La riproduzione è vivipara. La gestazione dura quindici mesi e nasce un solo cucciolo. Subito dopo il parto è la madre che spinge il piccolo verso la superficie per respirare.

La pelle è liscia e priva di peli. Sotto la pelle, il corpo è ricoperto da uno spesso strato di grasso, che limita la perdita di calore.

L’allattamento dura da due a tre anni (il latte è 15 volte più grasso di quello delle mucche) e le femmine partoriscono solo ogni 3-5 anni. Inoltre, le femmine vivono in gruppi (da 10 a 50 individui) con i piccoli, rimanendo più in acque da temperate a calde, mentre i maschi di grossa taglia sono solitari e migrano verso acque polari, ricche di cibo. Si uniscono in gruppo solo durante la stagione riproduttiva, senza mai prendere possesso di un harem. 
Nel maschio, il pene è invaginato nell’addome e non fuoriesce fino al momento della riproduzione. Entrambi i testicoli sono interni, per massimizzare l’idrodinamica. 
La crescita dei piccoli è molto lenta: raddoppiano solo la loro lunghezza in sette-otto anni. Un giovane maschio non lascia la madre fino a circa sei anni.  La maturità sessuale verrà raggiunta intorno ai 10 anni. Il maschio è quindi lungo 12 m, la femmina 9 m.

La longevità del capodoglio è stimata tra i 50 ei 70 anni. Il suo cervello può pesare fino a 9 kg, ma la sua capacità cerebrale è ancora poco conosciuta. 
A differenza di altri odontoceti, il capodoglio utilizza per comunicare una sorta di clic simile ad un codice Morse che vengono prodotti dall’espulsione dell’aria nel passaggio nasale. Questa emissione sonora è molto potente, con un’autonomia di diversi chilometri. L’udito è il senso più sviluppato. 

Come tutti i cetacei, il capodoglio possiede capacità anatomiche e fisiologiche che contribuiscono alle sue capacità subacquee: la gabbia toracica è deformabile; la fitta rete di capillari sanguigni immagazzina il sangue intrappolando le bolle di azoto prima che scompaiano da sole per ridissoluzione; nel sangue è abbondante l’emoglobina che facilita la distribuzione dell’ossigeno; allo stesso modo la mioglobina, anch’essa molto presente, riceve efficacemente ossigeno nelle masse muscolari.

La prima Commissione baleniera internazionale si tenne a Londra nel 1949, con l’obiettivo di limitare le catture, proteggere i giovani, creare riserve e rispettare le specie in pericolo di estinzione. La caccia al capodoglio è stata vietata dal 1982 da questa commissione. Nelle Azzorre, continuò in modo tradizionale fino al 1984.
Nel 1930, il numero di individui era stimato a 500.000 maschi e 600.000 femmine. Nel 1975, queste cifre erano già scese a 180.000 per i maschi e 350.000 per le femmine.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 1 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?