Il basilico subacqueo

 1375119511113_basilicofoto
Il basilico subacqueo
Forse possiamo incominciare a parlare di M-agricoltura, ovvero la coltivazione di prodotti della terra direttamente in mare. A Noli nella provincia Savonese alcuni ricercatori della Mestel Safety,una società del gruppo Ocean Reef, che con il progetto l’ORTO DI NEMO stanno cercando di coltivare delle piantine di basilico all’interno di una biosfera subacquea ancorata sul fondale a circa 7 metri di profondità.
I ricercatori proveranno quindi a coltivare il basilico in un ambiente piuttosto stabile, sia in riferimento alla temperatura, sia al grado di umidificazione e che questa pianta otrà godere di una particolare protezione dai parassiti che si trovano nelle culture terrestri.

In un precedente test effettuato nel settembre 2012, nel sito dove oggi è partita ufficialmente la sperimentazione, il basilico è germogliato dopo circa tre giorni dalla semina e le piante si sono sviluppate in tempi rapidissimi.

 

Replica

Please enter your comment!
Please enter your name here