I 10 piu’ bei fari italiani

In Italia ci sono numerosi fari che offrono panorami mozzafiato e che sono diventati meta di turisti e appassionati di fotografia. Ecco alcuni dei fari più belli d’Italia:

  1. Faro di Capo Spartivento, Sardegna: situato sulla punta meridionale della Sardegna, offre una vista spettacolare sul mare cristallino e sulle scogliere.
  2. Faro di Capo d’Otranto, Puglia: si trova nella città di Otranto, e offre una vista panoramica sul mare Adriatico.
  3. Faro di Genova, Liguria: si trova sul porto di Genova ed è uno dei fari più grandi e antichi d’Italia. Offre una vista spettacolare sulla città e sul mare.
  4. Faro di Punta Carena, Campania: situato sull’isola di Capri, offre una vista mozzafiato sul Golfo di Napoli.
  5. Faro di San Felice Circeo, Lazio: si trova sulla costa laziale, vicino al Parco Nazionale del Circeo. Offre una vista spettacolare sulla costa e sulle isole pontine.
  6. Faro di Santa Maria di Leuca, Puglia: si trova sulla punta meridionale della Puglia e offre una vista panoramica sul Mar Ionio e sul Mar Adriatico.
  7. Faro dello scoglio Mangiabarche, Isola di Sant’Antioco, Sardegna
  8. Faro di Strombolicchio, Stromboli
  9. Faro di Capo Sandalo, Sardegna
  10. Faro di Torretta Granitola, Campobello di Mazara (TP)

Faro di Capo Spartivento

Il Faro di Capo Spartivento è un faro situato sulla punta meridionale della Sardegna, nel territorio del comune di Chia, in provincia di Cagliari. È considerato uno dei fari più belli e suggestivi d’Italia.

Il faro fu costruito nel 1866 su una scogliera alta 100 metri che domina il mare cristallino della costa sud-occidentale della Sardegna. La sua posizione isolata e panoramica lo rende un luogo molto suggestivo, soprattutto al tramonto quando i colori del cielo si riflettono sul mare.

Il Faro di Capo Spartivento è stato completamente ristrutturato nel 2016 e trasformato in una struttura ricettiva di lusso, diventando uno dei più belli e prestigiosi hotel di tutta la Sardegna. La ristrutturazione ha conservato l’aspetto originale del faro, con la torre bianca e la casa del guardiano, ma ha aggiunto elementi di design moderno e di alta tecnologia.

Oltre alla vista panoramica sul mare, l’hotel offre una piscina a sfioro, un ristorante di alta cucina e una spa, il tutto immerso in un’atmosfera di lusso e di tranquillità. Il Faro di Capo Spartivento è quindi diventato una meta ambita per chi cerca un soggiorno di relax e di charme in uno dei luoghi più belli e suggestivi della Sardegna.

Faro di Capo d’Otranto

Il Faro di Capo d’Otranto è un faro situato nella città di Otranto, in provincia di Lecce, Puglia. È considerato uno dei fari più belli e suggestivi d’Italia grazie alla sua posizione panoramica e alla bellezza del paesaggio circostante.

Il faro fu costruito nel 1867 sulla punta più orientale dell’Italia, su un promontorio che si affaccia sullo stretto di Otranto, il tratto di mare che separa l’Italia dall’Albania. La sua torre, alta 47 metri, è bianca con una fascia rossa e nera, ed è visibile da lontano grazie al suo fascio di luce bianca che può essere visto a 29 miglia nautiche di distanza.

Il Faro di Capo d’Otranto è stato completamente ristrutturato nel 2019 e trasformato in un museo multimediale dedicato alla storia e alla cultura della navigazione nel Mediterraneo. Il museo offre una vasta collezione di strumenti di navigazione, modelli di navi, carte geografiche e documenti storici, accompagnati da installazioni multimediali e interattive.

Oltre alla visita al museo, i visitatori possono godere della vista panoramica sulla costa e sullo stretto di Otranto dal terrazzo panoramico del faro. Il faro è aperto tutto l’anno ed è una delle principali attrazioni turistiche della città di Otranto, insieme alla sua bellissima cattedrale e alla sua suggestiva città vecchia.

Faro di Genova (La lanterna)

Il Faro di Genova è uno dei fari più antichi e importanti d’Italia. Si trova sul porto di Genova, in Liguria, ed è stato costruito nel 1128 come torre di avvistamento per difendere la città dai pirati saraceni.

La sua attuale struttura risale al 1543, quando fu ristrutturato e ampliato per ospitare un orologio e un campanile. La sua torre, alta 77 metri, è di colore rosso e bianco a strisce verticali, e il suo fascio di luce è visibile a 36 miglia nautiche di distanza.

Il Faro di Genova è uno dei simboli della città ed è stato dichiarato monumento nazionale nel 1931. Nel corso dei secoli ha subito numerose trasformazioni e ampliamenti, e attualmente ospita un museo che racconta la storia del faro e della navigazione nella zona del Mediterraneo.

Il museo è composto da tre sezioni: la sezione storica, che illustra la storia del faro dal XII secolo ai giorni nostri; la sezione tecnica, che espone una vasta collezione di strumenti di navigazione, modelli di navi e carte geografiche; e infine la sezione artistica, che ospita mostre temporanee di arte contemporanea.

Dal terrazzo del faro si può godere di una vista spettacolare sulla città di Genova e sul porto, e la visita al faro è un’esperienza da non perdere per chi vuole conoscere la storia della navigazione e della città di Genova.

Faro di Punta Carena

Il Faro di Punta Carena è un faro situato sull’isola di Capri, in Campania, ed è considerato uno dei fari più belli e suggestivi d’Italia grazie alla sua posizione panoramica e alla bellezza del paesaggio circostante.

Il faro fu costruito nel 1867 sulla punta occidentale dell’isola, a pochi chilometri dal centro abitato di Anacapri. La sua torre, alta 28 metri, è di colore bianco con una fascia nera, ed è visibile da lontano grazie al suo fascio di luce bianca che può essere visto a 24 miglia nautiche di distanza.

Il Faro di Punta Carena è immerso in un paesaggio naturale di grande bellezza, con le rocce scure della costa che si tuffano nel mare azzurro e il verde della macchia mediterranea che lo circonda. Il faro è raggiungibile a piedi da Anacapri, seguendo un sentiero panoramico che offre viste spettacolari sulla costa e sul mare.

Il Faro di Punta Carena è aperto al pubblico durante l’estate e offre la possibilità di visitare la torre e di godere della vista panoramica dalla sua terrazza, oltre che di fare un bagno nelle acque cristalline della baia sottostante. È un luogo molto romantico e suggestivo, ideale per un’escursione in coppia o in famiglia, alla scoperta della bellezza dell’isola di Capri e del suo patrimonio storico e naturalistico.

Faro di San Felice Circeo

Il Faro di San Felice Circeo è situato sulla cima del promontorio del Circeo, in provincia di Latina, nel Lazio. È uno dei fari più antichi d’Italia e risale al 1867, quando fu costruito per sostituire un vecchio faro di epoca romana.

La torre del Faro di San Felice Circeo è alta 25 metri ed è di colore bianco con una fascia nera. Il suo fascio di luce, visibile a 22 miglia nautiche di distanza, è di colore bianco e rosso a strisce.

Il faro si trova all’interno del Parco Nazionale del Circeo, in una posizione panoramica che offre una vista spettacolare sulla costa e sul mare. È possibile raggiungere il faro attraverso una strada panoramica che si snoda tra la macchia mediterranea e che offre vedute mozzafiato sul mare e sulle isole pontine.

Il Faro di San Felice Circeo è stato restaurato di recente e ora è possibile visitare la torre e salire fino alla sua terrazza panoramica, da cui si può ammirare il panorama a 360 gradi sulla costa e sul Parco Nazionale del Circeo. Inoltre, il faro ospita anche un piccolo museo che racconta la storia del faro e della navigazione nella zona del Mediterraneo.

Il Faro di San Felice Circeo è una meta ideale per gli amanti della natura e della storia, che vogliono scoprire la bellezza del territorio circostante e della sua ricca storia marittima.

Faro di Santa Maria di Leuca

Il Faro di Santa Maria di Leuca è un faro situato nella città di Santa Maria di Leuca, nella provincia di Lecce, nella parte più meridionale della regione Puglia in Italia. È situato all’estremità della penisola salentina, dove il Mar Ionio e il Mar Adriatico si incontrano.
Il faro è stato costruito nel 1866 ed è alto 47 metri. È uno dei punti di riferimento più importanti della penisola salentina.

Il Faro di Santa Maria di Leuca è un faro situato nella città di Santa Maria di Leuca, nella provincia di Lecce, nella parte più meridionale della regione Puglia in Italia. È situato all’estremità della penisola salentina, dove il Mar Ionio e il Mar Adriatico si incontrano.

Il faro è stato costruito nel 1866 ed è alto 47 metri. È uno dei punti di riferimento più importanti della penisola salentina.

Faro dello scoglio Mangiabarche, Isola di Sant’Antioco

Isola di Sant’Antioco, il faro Mangiabarche

Il Faro dello Scoglio Mangiabarche si trova sull’omonimo scoglio, situato sulla costa occidentale dell’isola di Sant’Antioco, nella regione sud-ovest della Sardegna in Italia.

Il faro è stato costruito nel 1864 ed è alto circa 14 metri. La sua posizione è strategica in quanto si trova in un punto panoramico che domina il mare circostante e la costa dell’isola di Sant’Antioco.

Il nome “Mangiabarche” deriva dalle onde che si infrangono sugli scogli e che, con il tempo, hanno fatto naufragare numerose imbarcazioni. Il faro è stato costruito proprio per segnalare il pericolo e garantire la sicurezza della navigazione nella zona. Oggi il faro è gestito dalla Marina Militare Italiana e non è aperto al pubblico.

Il faro di Strombolicchio, Stromboli

Il Faro di Strombolicchio si trova sull’omonimo scoglio, a poche centinaia di metri dall’isola di Stromboli, nell’arcipelago delle Isole Eolie, in Sicilia, Italia.

Il faro è stato costruito nel 1925 ed è alto circa 50 metri. La sua posizione strategica, a sud-ovest dell’isola di Stromboli, lo rende uno dei punti di osservazione privilegiati per assistere alle eruzioni del vulcano. Tuttavia, la sua posizione isolata e l’accesso difficoltoso hanno reso il lavoro dei guardiani del faro estremamente impegnativo.

Nel 1985 il faro è stato automatizzato e da allora non è più necessaria la presenza costante di un custode. Il Faro di Strombolicchio è stato dichiarato monumento nazionale nel 1990 e rappresenta uno dei simboli dell’isola di Stromboli e delle Isole Eolie.

Faro di Capo Sandalo

Il Faro di Capo Sandalo si trova all’estremità occidentale dell’isola di Sant’Antioco, nella regione sud-ovest della Sardegna in Italia.

Il faro è stato costruito nel 1863 ed è alto circa 18 metri. La sua posizione è strategica, in quanto segnala la presenza di un basso fondale e di un pericoloso scoglio denominato “Secche di Capo Sandalo”, che costituisce un pericolo per la navigazione. Il faro, quindi, è di fondamentale importanza per garantire la sicurezza della navigazione nella zona.

Il Faro di Capo Sandalo è stato completamente automatizzato nel 1985 e, da allora, non è più necessaria la presenza di un custode. Tuttavia, la torre del faro è stata recentemente restaurata ed è possibile visitarla durante il periodo estivo, grazie a visite guidate organizzate dalle autorità locali. La vista panoramica dalla cima del faro è spettacolare e offre una vista mozzafiato sulla costa occidentale dell’isola di Sant’Antioco e sul mare circostante.

Faro di Torretta Granitola

Faro di Torretta Granitola

Il Faro di Torretta Granitola si trova sulla costa sud-occidentale della Sicilia, nel comune di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani, Italia.

Il faro è stato costruito nel 1882 ed è alto circa 15 metri. La sua posizione è strategica in quanto segnala la presenza di una scogliera pericolosa per la navigazione, denominata “Secca di Torretta Granitola”. Il faro è di fondamentale importanza per garantire la sicurezza della navigazione nella zona e per segnalare la presenza di un’area protetta, il Parco Marino del Mediterraneo.

Il Faro di Torretta Granitola è stato completamente automatizzato nel 2002 e non è più necessaria la presenza di un custode. Tuttavia, il faro è ancora operativo e svolge una funzione di monitoraggio costiero e di segnalazione per le imbarcazioni. La torre del faro non è visitabile, ma è comunque possibile ammirarla dalla costa circostante e apprezzare la sua bellezza architettonica e storica.

Tags :

Share :

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Lascia un commento

Ultimi articoli

Le schede degli organismi marini