GREENPEACE: PESCA ALLE ACCIUGHE, STOCK AL COLLASSO MA IL MINISTRO MARTINA PREMIA ANCHE CHI PESCA ILLEGALMENTE

Il Giornale dei MARINAI La pesca professionale, NewsGREENPEACE: PESCA ALLE ACCIUGHE, STOCK AL COLLASSO MA IL MINISTRO MARTINA PREMIA ANCHE CHI PESCA ILLEGALMENTE
0
(0)

Greenpeace risponde al ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, che annuncia oggi di aver autorizzato la pesca di acciughe e sardine con il sistema della volante a coppia.

Al Sottosegretario Giuseppe Castiglione che dice di aver “concluso positivamente un procedimento di verifica dei requisiti” delle imprese all’insegna della “trasparenza amministrativa e della collaborazione dei soggetti convolti, da quelle di categoria a quelle di tutela ambientale”, Greenpeace fa notare al contrario la scarsa trasparenza dimostrata e soprattutto il fatto di non aver preso in considerazione alcuni criteri fondamentali di sostenibilità ambientale e di rispetto delle regole nel concedere queste licenze di pesca. “Altro che trasparenza e sostenibilità, è vergognoso che il Sottosegretario Castiglione si vanti di cose mai fatte! Siamo stati avvisati con una nota e non è stato presentato alcun dato che giustifichi questa scelta scellerata”, dichiara Serena Maso, campagna mare di Greenpeace Italia.

Il ministro Martina, a seguito delle proteste di decine di migliaia di cittadini firmatari di una petizione di Greenpeace, si era impegnato l’estate scorsa a risolvere questa annosa questione nel rispetto degli obiettivi ambientali della Politica Comune di Pesca e sulla base di un approccio precauzionale.pesca volanti a coppia

L’allarme lanciato da Greenpeace sullo sfruttamento eccessivo delle acciughe, la specie più pescata in Italia non è una novità e la necessità di ridurre lo sforzo di pesca è confermata dagli esperti scientifici e dallo stesso Commissario europeo alla pesca Karmenu Vella, che solo poche settimane fa da Catania ha annunciato di voler attivare misure di emergenza per il Mediterraneo, le cui risorse sono in uno stato drammatico: circa il 95 per cento delle risorse ittiche è pescato eccessivamente.

“Le acciughe sono al collasso e gli esperti dicono di ridurre immediatamente la pesca. Per questo avevamo chiesto al ministero di fare un monitoraggio per valutare l’impatto di questi attrezzi – considerati dagli stessi esperti scientifici poco selettivi – e di stabilire dei piani di recupero dettagliati e che escludessero dalla regolarizzazione i pescherecci che in passato hanno commesso attività illegali. Ma al contrario il ministero anziché ridurre subito lo sforzo di pesca ha premiato tutti, anche gli illegali, senza prevedere misure aggiuntive per il recupero degli stock”, conclude Maso.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

2 thoughts on “GREENPEACE: PESCA ALLE ACCIUGHE, STOCK AL COLLASSO MA IL MINISTRO MARTINA PREMIA ANCHE CHI PESCA ILLEGALMENTE”

  1. Marianna zizzo ha detto:

    Io mi rivolgo a questi sapientoni di Greenpeace,state rovinando la catena alimentare delle specie marina Acciughe e Sardine non c’è né perché se li mangiano i tonni che è il loro cibo principale il mare è pieno di tonni e voi con le vostre ricerche avete portato un settore alla rovina siete degli incompetenti che si credono di essere scienziati le ricerche sul mare li dovete fare con la collaborazione di chi vive di mare

  2. Marianna zizzo ha detto:

    Voglio rivolgermi ai sapientoni di Greenpeace ,secondo voi il motivo della scarsità della specie è dovuta allo sfruttamento della pesca?invece la colpa è della vostra incompetenza ,sapete qual’e’il cibo preferito dai tonni ?le acciughe e le sardine il mare è pieno di tonni .i tonni che voi con le vostre ricerche avete fatto proibire a noi italiani della piccola pesca di pescare portando il settore alla rovina e centinaia di famiglie in miseria mentre le grandi multinazionali vengono nei nostri mari con grandi navi a prendersi il nostro pesce e loro si che fanno la pesca indiscriminata .loro possono perché ci sono tanti interessi economici della povera gente che se ne frega?un’ultima consiglio ai sapientoni quando fate le ricerche collaborate con chi il mare lo conosce e ci vive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal