Home EVENTI Giornata ecologica alla Pillirina con gli studenti del Gargallo

Giornata ecologica alla Pillirina con gli studenti del Gargallo

140
0
0
(0)

Decine di sacchi di spazzatura colmi soprattutto di plastica, carta e polistirolo. E’ il triste “bottino” di rifiuti, raccolto dagli studenti di due classi del liceo classico “Gargallo” nella costa dell’AMP Plemmirio, in una sola mattinata.

L’occasione per la speciale pulizia di primavera è stata la Giornata Ecologica realizzata in collaborazione con l’oasi marina siracusana e l’Igm.

Il giorno dopo l’1 maggio, gli studenti della 4A e 4B accompagnati dai docenti Lucia Nardone e Roberto D’Amico, si sono dati appuntamento davanti allo sbocco n.34, accesso al mare amatissimo dell’area marina protetta, dove è ubicata anche la spiaggia, di recente inserita in un sito per viaggiatori online come una delle più belle d’Italia, molto frequentata soprattutto nei festivi.

Dall’inizio della speciale passeggiata sul mare, accompagnati dal personale del Consorzio Plemmirio, gli studenti, dotati degli idonei strumenti forniti dall’Igm per la giornata ecologica, non si sono risparmiati nella pulizia dell’area, realizzando un totale di oltre trenta grosse sacche colme di ogni tipo di spazzatura, più di uno a testa.

La maggior parte dei rifiuti presenti, abbandonati dagli incivili avventori, era costituita da plastica di ogni tipo: piatti, bicchieri, bottiglie di ogni risma, perlopiù resti di merende improvvisate sul mare. Al secondo posto, le cartacce e una grande, inaspettata, quantità di contenitori di polistirolo presumibilmente abbandonata dai pescherecci: sul posto è stata recuperata persino una intera colonna di questo materiale. E ancora presenti nell’area: vetro, pezzi di elettrodomestici e bidoni di latta.

<<Siamo sempre disponibili alla organizzazione di Giornate Ecologiche con le scuole – afferma il direttore dell’AMP Plemmirio Rosalba Rizza – sono iniziative che hanno un duplice scopo, da un lato sensibilizzano i più giovani sui danni procurati all’ambiente da chi frequenta un luogo naturalistico pubblico senza rispetto e, dall’altra parte, si contribuisce in maniera ammirevole e volontaria alla pulizia della costa, e indirettamente anche del mare dove spesso questi rifiuti finiscono per confluire, danneggiando l’ecosistema marino anche per molti decenni.

Per questo ringraziamo l’Igm per la pronta collaborazione e soprattutto ii dirigenti scolastici, gli studenti e i docenti, che ci aiutano nella salvaguardia dell’ambiente e del mare con iniziative come quella messa in opera dal liceo Gargallo >>.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Articolo precedentell bracconaggio ittico mette a rischio l’ordine pubblico
Articolo successivoLa plastica del mare per creare un’istallazione artistica
Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui