Il Giornale dei MARINAI Biologia marina,News Fukushima: tonni radioattivi catturati al largo degli Stati Uniti

Fukushima: tonni radioattivi catturati al largo degli Stati Uniti


0
(0)

Fukushima: tonni radioattivi catturati al largo degli Stati Uniti

Al largo delle coste degli Stati Uniti, esettamente in Oregon, sono stati pescati tonni che contenevano delle tracce di radioattività causati dall’incidente nucleare di Fukushima nel 2011 ( Giappone ).

tonni radioattivi

Fukushima: tonni radioattivi pescati al largo delle coste dell’Oregon

Gli scienziati dell’università dell’Oregon, che si stanno occupando del caso però non creano allarmismi. “Bisognerebbe mangiare tonnellate di tonno per superare la quatità di radiazione a cui ogni giorno siamo esposti” dicono. Gli isotopi radioattivi hanno dei livelli moderatamente elevati.

La  radioattività è pari a solo allo 0,1 % della soglia massima fissata dalla US Agency for Food and Drug Administration ( FDA ) .

Tre volte più contaminati rispetto ai tonni pescati prima del disastro
Lo studio rivela come il disastro di Fukushima stia compromettendo l’ambiente e le radiazioni stiano arrivando pian piano all’uomo tramite la catena alimentare. I livelli di radiazioni sono triplicati rispetto a prima del disastro.

Fukushima: tonni radioattivi

I ricercatori hanno usato questa pescie, come specie target, in quanto questi pesci sono noti per migrare in Pacifico dal Giappone alle coste Americane.

I ricercatori hanno scelto questa razza di pesce per completare il loro studio in quanto sono noti migrare attraverso il Pacifico tra il Giappone e l’America . Secondo Delvan Neville , uno degli scienziati della University of Oregon , “i livelli sono troppo bassi per procurare allarme e frenarne il consumo ma preferiamo che i consumatori siano consapevoli di cio’ che stanno mangiando.

La ricerca futura dovrebbe interessare esemplari catturati al largo della California e in altre zone del Nord Pacifico .

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Cosa ne pensi ? Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche