Fermo pesca 2017, dall’Inps notizie rassicuranti

“Dopo 20 mesi di attesa, finalmente, i nostri lavoratori potranno ricevere in tempi brevi l’indennità loro dovuta. Nei prossimi giorni, infatti, l’INPS emanerà la circolare applicativa, contenente le istruzioni per le sedi periferiche, affinché entro la prima decade di marzo si potrà procedere al pagamento delle prestazioni”. Lo dichiarano con soddisfazione Fai, Flai e Uila Pesca a conclusione dell’incontro, svoltosi questa mattina con la direzione centrale ammortizzatori sociali dell’Inps, in merito al pagamento delle indennità di fermo pesca 2017.

“Abbiamo apprezzato la disponibilità e la tempestività con cui l’Inps ha operato, riuscendo a superare ritardi pregressi e malgrado la complessità di un iter procedurale di cui l’istituto non aveva diretta competenza” proseguono Fai-Flai-Uila Pesca “ abbiamo, inoltre riscontrato la medesima disponibilità da parte dell’Inps ad avviare un ulteriore confronto in materia di assistenza e previdenza marinara, viste le criticità che si riscontrano sul territorio a causa dei ritardi nei pagamenti delle relative prestazioni”.

“Ancora una volta si rafforza il nostro convincimento” concludono Fai-Flai-Uila Pesca “che solo un ammortizzatore strutturato, gestito nell’ambito di un sistema di rapporti consolidati con l’INPS possa garantire continuità di reddito, stabilità occupazionale e una semplificazione per l’accesso a questo beneficio”.

 

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *