Fakarava


Un salto in Polinesia sulla spiaggia di Fakarava dell’arcipelago di Tuamotu. Che sia veramente la spiaggia più bella del mondo?

Durante il mio viaggio in Polinesia sull’atollo di Fakarava dopo le mie immersioni a Rangiroa sono arrivato sulla spiaggia di Fakarava dell’arcipelago Tuamotu … non so se effettivamente è la più bella spiaggia del mondo, ma la piazzo tra le prime 5 posizione delle mie preferite!

Un po di storia…

Fakarava, Havaiki-te-araro, Havai’i o Farea è un atollo appartenente al gruppo delle isole Tuamotu nella Polinesia francese. È il secondo più grande atollo delle Tuamotu. La terra più vicina è l’atollo di Toau che si trova 14 chilometri a nord-ovest.

La forma di Fakarava è approssimativamente rettangolare e la sua lunghezza è di 60 km per 21 km di larghezza. Fakarava presenta una vasta e profonda laguna centrale che copre una superficie di 1112 km², collegata all’oceano da due canali, il principale dei quali si trova a nord-est, ed è noto come Passe Garuae.

Fakarava possedeva una popolazione di 701 abitanti al censimento del 2002, e il villaggio principale è Rotoava. Il primo contatto europeo avvenne con l’esploratore oceanico russo Fabian Gottlieb von Bellingshausen il 17 luglio 1820 a bordo delle navi Mirni e Vostok. Ribattezzò l’atollo Wittgenstein. Gli abitanti vennero evangelizzati dal sacerdote gesuita belga Honoré Laval nel 1849. Vi è un campo d’aviazione inaugurato nel 1995.

Fakarava-la-più-bella-spiaggia-del-mondo-1 Fakarava Fakarava-la-più-bella-spiaggia-del-mondo-2 Fakarava Fakarava-la-più-bella-spiaggia-del-mondo-3 Fakarava Fakarava-la-più-bella-spiaggia-del-mondo Fakarava

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui