Home La pesca professionale Europa vieta la pesca elettrica. Ma a partire dal 2021

    Europa vieta la pesca elettrica. Ma a partire dal 2021

    206
    0


    Le voci da Bruxelles erano fondate. La pesca elettrica sarà dunque vietata a partire dal 2021 anche se gli stati membri possono far applicare la legge da subito. In particolare sono i pescatori olandesi a praticare questa tecnica di pesca per la cattura di pesci piatti. I pescatori francesi avevano fatto battaglia in passato contro la Commissione Europea. Dal 2021 questa pratica sarà vietata. Gli stock ne gioveranno.

    Ma cosa è la pesca elettrica ?

    Il canale della Manica, da sempre zona importante per il sostentamento del popolo del nord Europa, ad oggi vive di regolamentazioni sulla pesca alquanto “illeciti”.

    Gli olandesi utilizzano per la pesca dei pesci demersali la corrente elettrica provocando uno shock ai pesci non indifferente spaccando loro letteralmente le ossa. La regolamentazione però parte direttamente dall’UE, che sino ad oggi ha consentito ai pescatori Olandesi di utilizzare questi sistemi di pesca devastanti per l’ambiente e la fauna marina. Addirittura da un paio di anni le licenze per la pesca a strascico elettrica sono addirittura raddoppiate.  La pesca elettrica è indirizzata a sogliole, passere di mare e pesci di fondo, che una volta colpiti dalla scarica elettrica subiscono dei danni al loro apparato locomotore (pinne caudali in primis), per poi essere catturati dalla rete a strascico che ara sui fondali.

    Fai clic su una stella per votare il post!

    Voto medio / 5. Conteggio voti:

    Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

    GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

    Miglioreremo questo post!

    Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui