E’ morta Eugenie Clark, la biologa degli squali

Il Giornale dei MARINAI Biologia marina, NewsE’ morta Eugenie Clark, la biologa degli squali
0
(0)

Innamorata sin da bambina degli squali, Eugenie Clark era sopranominata “Shark Lady”

Eugenie Clark è morta mercoledi mattina a Sarasota, in Florida. Aveva 92 anni. La notizia è stata confermata dall’amico David Doubilet, fotografo del National Geographic. Eugenie Clark fu pioniera nell’utilizzo delle attrezzature subacquee, operò con circa 70 immersioni profonde all’interno di sommergibili. Una donna di ferro che continuò le sue ricerche in mare dopo aver scoperto di essere ammalata di cancro. Doubilet è stato il fotografo e migliore amico della biologa che ha documentato tutti i suoi successi nelle ricerche relative all’ambiente marino.

“Quando la seguivo per i mari del mondo in diversi reportage non riuscivo a tenerle il passo. Ed io ero più giovane.”

Eugenie Clark ha iniziato le sue ricerche sugli squali nel 1950, quando questi animali erano ancora considerati mortali per l’uomo. Dopo un paio di anni a contatto con questi animali ha detto: “ho cominciato a conoscere questi killer degli abissi“. La Clark ha lavorato anche con altri pesci, scoprendo anche nuove specie molte delle quali portano anche il suo nome. Ha scoperto il primo repellente anti-squalo, si avventurò in caverne sottomarine nello Yucatan per trovare gli “squali dormienti” respingendo la teoria che gli squali dovevano costantemente muoversi per respirare.  Affermò inoltre intorno alla possibilità che l’acqua dolce che fuoriesce da fessure nelle grotte sommerse possa indebolire i parassiti sulla pelle di questi animali e produca inoltre per loro un piacevole effetto narcotico.

Eugenie Clark

Eugenie Clark esamina degli squali di profondità provenienti dalla baia di Suruga, in Giappone

La Clark era nata a New York il 4 maggio del 1922 da madre giapponese e papà americano che morì quando lei era ancora bambina. La madre in seguito sposò il proprietario di un ristorante giapponese e da lì fu influenzata dalla cultura giapponese. Si laureò in zoologia all’ Hunter College nel 1942 e successivamente conseguì un master alla New York University.

Eugenie Clark

Fu una pioniera nella conservazione marina e negli studi del comportamento degli squali. Ci ha lasciati a 92 anni la biologa marina che aiutò il pubblico a capire quanto questi pesci così temuti fossero in realtà affascinanti e incompresi

Molti giornalisti hanno chiesto ad Eugenie se fosse mai stata attaccata da uno squalo. La sua risposta è stata:  Soltanto una volta, ero in auto e stavo traspotando una mascella di squalo tigre…per evitare che la mascella andasse a sbattere sul cruscotto dopo una frenata la fermò con una mano ma i denti acuminati della mascella la ferirono.

Credit: National Geographic

‘Shark Lady’ Eugenie Clark, Famed Marine Biologist, Has Died di Andrea Stone

Photograph by David Doubilet

 

 

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Il granchio fantasma – Ocypode cursor
4 (2) Il granchio fantasma – Ocypode cursor è un piccolo granchio delle dimensioni massime
idrofono Monitoraggio acustico dei mammiferi marini
4 (1) I mammiferi marini, in particolare i membri dei due ordini Pinnipedi (foche) e
delfini drone I droni infastidiscono i delfini?
5 (1) Oggi sempre più droni sono utilizzati per riprendere immagini, fare foto, monitorare ma
Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (6) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino