Al via il progetto di educazione ambientale “Delfini Guardiani”

Il Giornale dei MARINAI NewsAl via il progetto di educazione ambientale “Delfini Guardiani”
0
(0)

21 marzo 2014 Dopo le isole del Giglio, Capri, Ischia, Ponza, Lampedusa e Linosa, si allarga anche alla Sardegna il network dei “delfini guardiani”: grazie al Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, saranno oltre 70 i giovanissimi de La Maddalena e di Palau che parteciperanno all’innovativo percorso di educazione ambientale di Marevivo, il cui obiettivo è formare piccole eco sentinelle attive nella salvaguardia del proprio territorio.

tursiopi

Partirà, infatti, il prossimo 24 marzo il primo ciclo didattico “Delfini Guardiani”, organizzato dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e ideato da Marevivo, dopo la sigla di una convenzione tra i due partner. Il progetto, promosso dall’Ente Parco, vede l’adesione di quattro classi nelle scuole elementari di La Maddalena e Palau: due terze elementari dell’Istituto Comprensivo di via Carducci, una seconda elementare di Moneta e una quarta dell’Istituto comprensivo di Palau.

Sotto la guida di esperti Marevivo, i futuri “Delfini Guardiani” de La Maddalena saranno impegnati in ricognizioni in spiaggia, attività di sea-watching, andranno a scuola dagli artigiani e dai pescatori locali, scopriranno i segreti racchiusi nelle rocce e nella flora mediterranea. Al termine del percorso didattico, dopo aver esplorato fino in fondo il proprio territorio, i ragazzi riceveranno il distintivo di “guardiani dell’isola”, che darà loro il diritto di presentarsi, senza accompagnatori adulti, presso il proprio Comune o la Capitaneria di Porto per segnalare eventuali problemi di carattere ambientale.

Il progetto “Delfini Guardiani” è suddiviso in due grandi finestre temporali: il primo ciclo, che parte lunedì  finirà a giugno; il secondo riprenderà nel mese di ottobre per concludersi a fine anno scolastico 2015.

Nel corso delle attività, saranno coinvolte la Marina Militare, la Capitaneria di Porto e le associazioni sul territorio.

«Negli ultimi anni l’esperienza dei “Delfini Guardiani” sta crescendo fino a creare un vero e proprio network per la tutela ambientale, perché solo una coscienza diffusa, che parta proprio dai più giovani, può provocare un cambiamento di rotta, indispensabile per proteggere un territorio tanto prezioso e fragile come le piccole isole del nostro Paese», afferma Rosalba Giugni, presidente di Marevivo.

«Il progetto Delfini Guardiani – spiega il presidente Bonanno – coinvolge da anni le scuole primarie e secondarie delle Isole minori della penisola. È giunto il momento che anche l’Isola di La Maddalena aderisca a questo percorso didattico di portata nazionale. Far scoprire ai giovani studenti particolarità del proprio territorio rendendoli consapevoli dell’importanza della tutela ambientale è un percorso che va avviato sin dalla tenera età. Le attività svolte in gruppo mirano sostanzialmente alla crescita del singolo, per formarlo ad una coscienza civica che sia da esempio anche nei confronti degli adulti».

Le attività

“I segreti delle piante”: il primo incontro si terrà sulla spiaggia dei Due Mari, isola di Caprera. I bambini, accompagnati dagli educatori ambientali, seguiranno il sentiero dalla spiaggia fino a Stagnali. Riconoscere le piante caratteristiche, la fauna e il microcosmo acquatico della vegetazione: sono le “prove” che attendono i giovanissimi; in questo periodo dell’anno, infatti, si formano i ristagni acquatici, in cui si possono vedere gli “ospiti” della vegetazione.

 “La tutela del mare”: la Capitaneria e gli operatori della Guardia Costiera mostreranno agli alunni i metodi, i mezzi e le problematiche relative allo svolgimento della loro professione.

 “Navigare a vela”: a bordo delle barche a vela della Marina Militare per imparare i fondamenti della navigazione a vela, i nodi marinari, le carte nautiche, ma anche come si vive su una barca.

 Le rocce raccontano e i mestieri del mare: l’appuntamento è con le associazioni locali con la visita guidata al museo geo-mineralogico di Caprera, per conoscere le caratteristiche geomorfologiche del territorio, e al Museo del Mare per capire da vicino la cultura Marinaresca.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

delfino attacca pesce gatto Perché i delfini decapitano le loro prede ?
5 (2) I biologi marini hanno scoperto alcuni anni fa che alcuni delfini tursiopi del
pesce con amo in pancia Amo : meglio tagliare o slamare ?
5 (1) Una domanda che ci siamo posti un po’ tutti durante le nostre battute
Tonno rosso Stock di tonno rosso : la situazione migliora ed i tonni non sono più in pericolo
5 (5) Quattro specie di tonno pescate commercialmente sono sulla buona strada per il recupero
Il granchio fantasma – Ocypode cursor
4 (2) Il granchio fantasma – Ocypode cursor è un piccolo granchio delle dimensioni massime
idrofono Monitoraggio acustico dei mammiferi marini
4 (1) I mammiferi marini, in particolare i membri dei due ordini Pinnipedi (foche) e
delfini drone I droni infastidiscono i delfini?
5 (1) Oggi sempre più droni sono utilizzati per riprendere immagini, fare foto, monitorare ma
Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (6) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime