Pescare lo sgombro a spinning o con i sabiki

Pescare lo sgombro a spinning o in barca con i sabiki è una tecnica di pesca che vi procurerà sicuramente delle belle sensazioni. Una volta che lo sgombro afferra il vostro amo potete facilmente incappare nel secondo o nel terzo vista la voracità con cui questi pesci pelagici si gettano sull’esca.

La pesca dello sgombro

Lo sgombro si muove in grandi banchi. La difficoltà di questa tecnica di pesca sta tutta nel trovare i pesci. Una tecnica ampiamente utilizzata è quella della pasturazione con pezzi di sardina. In tal maniera sarà facile far avvicinare il banco di pesce alla barca per cominciare a pescare. Oggi grazie agli ecoscandagli è più facile reperire i banchi ma ricordatevi che conoscere le abitudini della specie è forse la prima vera arma per catturare gli sgombri. Lo sgombro infatti si sposta in funzione della temperatura dell’acqua, delle condizioni meteorologiche e soprattutto della visibilità in acqua. Con mare calmo gli sgombri sosteranno in superficie, soprattutto in presenza di acque limpide e ferme. In caso di mare agitato gli sgombri tenderanno a spostarsi più in profondità.

Una volta individuato il banco di pesci cercate di avvicinarvi discretamente possibilmente con la barca in deriva (se il banco è in superficie spegnete il motore della barca). A questo punto lasciate scendere i vostri sabiki sul fondo animandoli in maniera scomposta. I sabiki possono anche essere lanciati sul banco dando dei colpi di vettino e variando la velocità di recupero.

In caso voleste utilizzare dei piccoli casting jig vi consiglio di lanciarli al di là del banco per animarli al meglio quando l’artificiale si trova nella nuvola di pesci.

Il montaggio per la pesca dello sgombro

Sul mercato troverete facilmente i sabiki già pronti. Usate una treccia in 13/100 nel mulinello con un moschettone piccolo. A questo punto collegate l’asola del sabiki alla vostra treccia. Per far scendere i sabiki in profondità potete utilizzare un semplice piombo (peso e misure a seconda della corrente) o come fanno in molti collegare un piccolo artificiale metallico tipo casting jig di un peso non superiore agli 80 grammi.

Quanto costa

La pesca allo sgombro è una pesca poco costosa. Per aumentare le sensazioni durante le vostre battute utilizzate canne da spinning leggere. Per il mulinello una misura intermedia (da 2000 a 4000) andrà benissimo.

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui