Come installare un ecoscandaglio con trasduttore di poppa

Il Giornale dei MARINAI Nautica e barcheCome installare un ecoscandaglio con trasduttore di poppa
3.6
(12)

Con l’acquisto di una nuova barca o per la pesca l’ecoscandaglio è essenziale per navigare e conoscere i fondali.

L’utilizzo di un ecoscandaglio è utile sia per marcare i fondali che per conoscere la composizione del fondale in caso volessimo fare una deriva.

Ma in caso di acquisto di un nuovo ecoscandaglio urge capire come montarlo sulla poppa della barca.

Il montaggio di un ecoscandaglio è abbastanza semplice ed in generale anche senza avere grandi conoscenze di fai da te l’istallazione diviene semplice e rapida.

Soprattutto nel caso abbiate comprato un ecoscandaglio già usato e manchi il libretto di istruzioni per il montaggio.

Intanto la prima cosa da capire è se in vostro ecoscandaglio ha una sonda o trasduttore di poppa o traversante. Nel caso si tratti di un trasduttore di poppa il montaggio è abbastanza semplice. Vediamo cosa ci serve e come realizzarlo

Cosa serve per montare un ecoscandaglio con trasduttore di poppa

  • Trapano
  • Punte da legno per
  • forare la vetroresina
  • Set di chiavi inglesi
  • Nastro di carta
  • Sigillante marino
  • Nastro isolante

Il vostro nuovo ecoscandaglio sarà fornito di una staffa per alloggiare il trasduttore, lo schermo dell’ecoscandaglio, il cavo di connessione tra il trasduttore e lo schermo con l’uscita dei due cavi da collegare alla batteria per alimentare l’ecoscandaglio. Come prima cosa stabilite la posizione della staffa nella poppa della barca. Per far cio dovete fare attenzione ad installare il trasduttore verso il centro della barca, più vicino possible al motore  facendo attenzione che ne il motore stesso, ne il motore ausiliario o la scaletta possano toccare il trasduttore danneggiandolo o creando disturbi alla lettura del fondo. Nelle imbarcazioni bimotore sarà possible installare il trasduttore al centro dei due motori.

 

L’installazione del trasduttore di poppa è un operazione semplice, il lavoro importante è fissare la staffa alla barca.  Vediamo come procedure per l’installazione della staffa.

 

La staffa deve essere installata in maniera che la sonda o trasduttore si trovi parallela alla superficie dell’acqua.. La vostra linea guida sarà il fondo della carena, la linea centrale del trasduttore dovrà essere parallela al fondo della carena, in questa maniera siete sicuri che il trasduttore non riceverà segnali di disturbo da parte della carena.

A destra o a sinistra del motore

E’ importante capire se l’elica del vostro motore giri a destra o a sinistra. Se l’elica è destrorsa allora lo scandaglio deve essere montato a sinistra e viceversa per evitare che l’acqua spostata dalle pale dell’elica non provochi segnali di disturbo.

installazione di un trasduttore di poppa

 

 

A questo punto allineate la staffa al fondo della carena e con una matita segnate I punti dove forare la vetroresina per fissare la staffa. Adesso ci viene in aiuto il trapano per forare la vetroresina. ATTENZIONE A NON FORARE IN PROFONDITÀ’, possiamo rischiare di creare dei seri danni alla struttura barca o addirittura forare la carena creando cosi un condotto per l’acqua che manderebbe a fondo la barca rapidamente. Sappiate che comunque le viti fornite sono spesso corte non piu’ di 1.5 cm, per questo motivo utilizzate lo scotch di carta per per fare due giri nella punta del trapano in maniera da bloccare la foratura alla distanza preferita. Le viti devono solo servire a fissare la staffa alla barca ma deve essere il sigillante a fare il resto ovvero ad ancorare il trasduttore alla barca. Una volta forata la carena passate della carta vetrata a trama fine sulla zona di attacco della staffa e lavate per bene con acqua. Lasciate asciugare, applicate il sigillante marino e fissate la staffa alla carena avvitando le viti in acciaio inox.

A questo punto non vi resta che passare il cavo di connessione, potete farlo in due maniere :

  1. forando lo specchio di poppa al di sopra della linea di galleggiamento
  2. facendolo passare esternamente sullo specchio di poppa fissato con silicone con delle graffette fissacavo per poi farlo rientrare insieme ai cavi del motore. Una volta forata la carena e fatto passare il cavo sigillate il tutto con del silicone marino e, se in dotazione, montate il coperchio del cavo che non permetterà all’acqua di entrare.

La prima soluzione è la piu’ semplice e vi permetterà facilmente e con un buco che non si noterà neanche di avere il cavo protetto da qualsiasi incidente. Una volta tirato il cavo sino alla console dove verrà montato lo schermo dell’ecoscandaglio non vi resta che collegare il sistema ad un alimentatore. Generalmente l’ecoscandaglio viene collegato al sistema elettrico con un pulsante che on/off che vi permetta di non aver dispersioni di elettricità grazie allo stacca batteria che blocca tutti I flussi di corrente. Potete sempre collegarlo alla batteria con due semplici morsetti in acciaio inossidabile.

L’installazione di un ecoscandaglio a trasduttore di poppa è fattibile a casa e con una piccola spesa. Il montaggio, come avete visto è piuttosto rapido. Durante il montaggio della sonda ricordate anche di di montare lo schermo sulla console in maniera che sia sempre visibile sia in navigazione che in pesca. Non esitate a postare il vostro commento o una vostra domanda sull’installazione dell’ecoscandaglio.

 

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 3.6 / 5. Conteggio voti: 12

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

1 thought on “Come installare un ecoscandaglio con trasduttore di poppa”

  1. Gianni ha detto:

    Buona sera, provo a scriverle queste poche righe perché sono alle prese con una scelta la cui realizzazione si sta rivelando un po complicata o perlomeno piena di dubbi. Se fosse possibile le manderei un paio di foto della mia consolle centrale alla quale parte superiore vorrei fissare una piccola struttura in legno marino per incassare il monitor del garmin 922 xs in mio possesso. Mi farebbe piacere un suo consiglio ma come posso inviarle un paio di foto ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal