Caratteristiche dei gommoni

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

I gommoni sono natanti sempre più popolari, in grado di offrire una grande versatilità e molteplici opzioni per navigare. In questo articolo esploreremo le caratteristiche distintive dei gommoni e cosa li rende così speciali.

Design

Il design del gommone è stato progettato per garantire la massima stabilità e comfort durante la navigazione. I gommoni hanno una forma unica con una parte inferiore piatta e rigida e un’area superiore gonfiabile, che garantisce un’ottima stabilità sulla superficie dell’acqua. Inoltre, la presenza di tubolari gonfiabili che circondano il gommone garantisce una maggiore sicurezza, in quanto impediscono alla barca di affondare anche in caso di avaria.

Dimensioni

I gommoni possono variare in dimensioni, ma solitamente sono barche di medie dimensioni. I gommoni più piccoli hanno solitamente una lunghezza compresa tra i 2 e i 3 metri, mentre quelli più grandi possono arrivare fino a 10/15 metri di lunghezza. La scelta delle dimensioni dipende dalle esigenze del proprietario e dalle finalità per cui si utilizzerà il gommone.

Materiali

Il rivestimento esterno dei tubolari è fatto da una stratificazione di poliestere inserito tra due strati di neoprene-hypalon, mentre il riempimento è in Ethyl Vinil Acetate (EVA) a cellule chiuse.

Motorizzazione

La motorizzazione è un’altra caratteristica importante dei gommoni. La maggior parte dei gommoni è equipaggiata con motori fuoribordo, che sono leggeri, facili da installare e rimuovere e richiedono poca manutenzione. I motori possono avere una potenza che varia dai 2 ai 300 cavalli, a seconda delle esigenze del proprietario. Inoltre, la scelta del motore dipende anche dalla destinazione del gommone e dalle attività che si intende svolgere a bordo.

Caratteristiche aggiuntive

I gommoni possono avere molte caratteristiche aggiuntive che li rendono ancora più funzionali e confortevoli. Alcune di queste caratteristiche includono una cabina per dormire, un bagno, una cucina e un’area salotto. Inoltre, molti gommoni sono dotati di un sistema audio di alta qualità e di un impianto di illuminazione a LED che crea un’atmosfera accogliente durante la navigazione notturna.

Usi comuni dei gommoni

I gommoni sono barche estremamente versatili e possono essere utilizzati per molteplici attività e destinazioni, tra cui:

  • Navigazione turistica: i gommoni sono perfetti per una gita in mare o su un lago, poiché sono facili da manovrare e possono navigare in acque poco profonde.
  • Attività
  • sportive: i gommoni sono ideali per le attività sportive come il tubing, lo sci nautico, il wakeboard e il kitesurfing.
  • Pesca: i gommoni possono essere utilizzati per la pesca in mare o in acque interne grazie alla loro stabilità e al loro design.
  • Immersioni: i gommoni sono spesso utilizzati per l’immersione subacquea, poiché consentono di raggiungere facilmente le aree di immersione e di trasportare l’attrezzatura necessaria.
  • Salvataggio: i gommoni sono spesso utilizzati per le operazioni di salvataggio in mare, grazie alla loro stabilità e alla capacità di raggiungere rapidamente i luoghi in cui è necessario intervenire.

Manutenzione

Come per qualsiasi imbarcazione, la manutenzione del gommone è importante per garantire la sicurezza e la funzionalità. La manutenzione del gommone include la pulizia regolare, l’ispezione dei tubolari e delle parti rigide, la lubrificazione del motore e la sostituzione dei filtri dell’olio e dell’acqua. Inoltre, è importante utilizzare accessori e attrezzature adatti al gommone, come coperture, teloni e scalette.

I gommoni sono barche estremamente versatili che possono essere utilizzate per una vasta gamma di attività, dalle gite turistiche alle attività sportive, dalla pesca alle immersioni e alle operazioni di salvataggio. La loro particolare forma e struttura li rendono stabili e sicuri, mentre la loro motorizzazione li rende facilmente manovrabili. Con la giusta manutenzione e cura, un gommone può offrire molti anni di divertimento e avventure in mare o in acque interne.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest
Email
Tags :

Lascia un commento

Ultimi articoli
Le schede degli organismi marini