Il Giornale dei MARINAI Biologia marina,News Brasile: sottomarini per proteggere le coste

Brasile: sottomarini per proteggere le coste


0
(0)

Brasile: sottomarini per proteggere le coste

7385099-le-bresil-se-dote-de-sous-marins-pour-proteger-ses-richesses-maritimes

Per proteggere i suoi 8.500 chilometri di coste e le sue  ricchezze sepolte in mare il Brasile monitorerà l’ambiente marino con 5 sottomarini a propulsione nucleare.

I sottomarini serviranno anche per proteggere le riserve di petrolio, la più importante risorsa dei “carioca”.

 I sottomarini non serviranno a fare la guerra, sottolinea l’ammiraglio Roffe Max Hirshfeld coordinatore generale del programma di Sviluppo dei sottomarini della Marina brasiliana.
I nuovi sottomarini sostituiranno i cinque già esistenti che il brasile utilizzava soltanto come mezzi di protezione e difesa della marina militare.

boreiclass2Da un accordo Franco-Brasialiano è nata la società Odebrecht, che realizzerà i sottomarini nella base di ITAGUAI, a meno di 70 Km da Rio de Janeiro.

Saranno operativi già nel 2017, e saranno equipaggiati con laboratori scientifici per studiare e proteggere i fondali marini delle coste brasiliane. Ogni sottomarino sarà lungo circa 100 metri e sarà dotato di una propulsione nucleare per muoversi tra le acque.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Cosa ne pensi ? Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

GREENPEACE: LE DRAGHE IDRAULICHE – ATTREZZI DA PESCA TRA I PIÙ DISTRUTTIVI – NON POSSONO OTTENERE IL MARCHIO MSC DI SOSTENIBILITÀGREENPEACE: LE DRAGHE IDRAULICHE – ATTREZZI DA PESCA TRA I PIÙ DISTRUTTIVI – NON POSSONO OTTENERE IL MARCHIO MSC DI SOSTENIBILITÀ

5 (2) ROMA, 06.10.17 – Un rapporto di Greenpeace pubblicato oggi chiarisce gli impatti distruttivi delle draghe idrauliche, un attrezzo di pesca ampiamente utilizzato in Italia e che potrebbe presto ottenere un