CONDIVIDI

A partire dal 3 gennaio 2018, la repubblica del Brasile ha sospeso le esportazioni di pesce verso l’U.E., in risposta alle problematiche rilevate da un’ispezione europea dello scorso settembre.   Secondo fonti della stampa, le autorità europee avrebbero mosso diverse critiche al settore della pesca brasiliano, in particolare “sulla qualità e caratteristiche dei pescherecci”.

La decisione di sospendere le esportazioni verso l’Unione europea, annunciata il 26 dicembre scorso dal Ministro dell’Agricoltura del Brasile, è stata adottata al fine di prevenire il blocco delle importazioni da parte dell’UE stessa . Insieme alla sospensione delle esportazioni di pesce, il Brasile adotterà anche un piano d’azione per risolvere le criticità evidenziate dalle autorità europee.    Ennesimo colpo, dunque, alla reputazione del Brasile in materia di standard sanitari, già fortemente provata dallo scandalo sulla carne avariata (c.d carne fraca) dello scorso marzo. Intanto, all’inizio di quest’anno, dovrebbero riprendere i negoziati per un accordo commerciale tra UE e Mercosur, congelati lo scorso dicembre.

Fonte: impresapesca.it

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO