Un attacco è stato fatale per una giovane surfista di 17 anni. La ragazza è morta davanti gli occhi dei genitori.

Una surfista è stata attaccata da uno squalo nel sud dell’Australia. La ragazza stava surfando con il padre tra le acque della città di Esperance quando uno squalo ha sferrato un violento attacco verso la tavola da surf. Lo squalo ha afferrato la gamba della ragazza staccandola di netto. Il padre è riuscito a prendere per mano la figlia e ad allontanarla dall’animale che tentava di trascinarla con se. L’uomo, con l’aiuto di altri surfisti, è riuscito a trasportare la ragazza in spiaggia ma la giovane surfista aveva perso troppo sangue ed è deceduta una volta arrivata in ospedale.

Le autorità locali hanno annunciato la chiusura della spiaggia di Wylie Bay. La polizia pensa si possa trattare di un grande squalo bianco ma non ci sono delle prove certe. Nell’ottobre del 2014, un altro surfista di 23 anni aveva subito un attacco da parte di uno squalo bianco in quelle acque perdendo il braccio sinistro e la mano destra. Sembra che gli attacchi in Australia siano in aumento in ragione della crescita demografica e soprattutto dell’aumento di sportivi che praticano il surf in acque non sicure.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui