Ancora uno squalo zambesi trovato “per le strade” del Queensland

Un altro esemplare di squalo zambesi è stato rinvenuto per le strade del Queensland dopo il passaggio del ciclone Debbie.

Un cittadino di Logan City nel Queensland ha ritrovato un secondo esemplare di squalo zambesi per le strade della cittadina. Lo squalo molto probabilmente è stato spazzato via dall’acqua dal passaggio del ciclone Debbie di qualche giorno fa. Sembra che siano diversi gli animali spazzati nell’entroterra e si ipotizza che alcuni squali possano essere ancora vivi nei bacini d’acqua dolce prossimi alla città. Per tale motivo il Sindaco della città ha chiesto ai cittadini di mantenersi lontani da fiumi e laghi.

Il primo esemplare era stato ritrovato dai Vigili del Fuoco impegnati nei primi soccorsi subito dopo il ciclone. In entrambi i casi i pesci erano morti e ricoperti di fango.

Il ciclone Debbie

Si stima che 30 mila case e negozi siano ancora senza elettricità ancora per qualche giorno. Le strade lungo la costa e in aree interne adiacenti sono interrotte da detriti e danni al manto stradale e le autorità raccomandano di non percorrerle in auto, per evitare pericoli e per lasciare spazio agli oltre 1000 operatori dei servizi di emergenza e militari.
Le piantagioni di canna da zucchero, cruciali per l’economia locale, sono rase al suolo e i coltivatori dovranno ora valutare l’estensione dei danni permanenti e vi sono forti timori per l’impatto sulla Grande Barriera Corallina.

Il ciclone è stato dichiarato una catastrofe dall’Insurance Council of Australia che rappresenta le società di assicurazione e ha avvertito che, pur non essendoci alcuna stima dei danni, precedenti cicloni tropicali sono costati miliardi di dollari.

Fonte: TheSun.co

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *