Home Pesca e alimentazione Alzheimer, l’olio di pesce aiuta a proteggere il cervello

Alzheimer, l’olio di pesce aiuta a proteggere il cervello

973
0


Una mente più sana ed un cervello più grande grazie agli Omega-3 contenuti nell’olio di pesce, utili anche a prevenire l’ Alzheimer.

Naturalmente non è una novità che il pesce favorisca il benessere delle cellule celebrali e sempre più conferme arrivano dal mondo accademico della medicina. Questa volta lo studio pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition arriva dal Rhode Island Hospital (Stati Uniti), che ha pubblicato un rapporto sulla demenza senile ed il morbo di Alzheimer.

La ricerca condotta su 299 anziani senza alcun deficit cognitivo, 397 con evidenti decadimenti cognitivi e 193 malati di Alzheimer. Lo studio per 3 anni ha monitorato i partecipanti al test con risonanze magnetiche e test neuropsichiatrici ogni sei mesi.

I dati statistici elaborati hanno rivelato che i consumatori di olio di pesce hanno un cervello più grande in termini dimensionali e resistono meglio al decadimento cognitivo rispetto a chi non ha consumato olio di pesce. “un grande cervello è segno di buona salute”- afferma Lori Daiello, autore dello studio-“ mentre un cervello poco sviluppato aumenta il rischio di sviluppare la sindrome di Alzheimer”.

Oli efficaci e pesce azzurro

Gli Omega-3 sono acidi grassi essenziali che si trovano principalmente nel pesce azzurro. Sono noti per prevenire problemi cardiovascolari, ma anche depressione e disturbi dell’umore. Oggi una conferma in più su quanto sia importante consumare pesce.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui