Al via nella sede dell’Area Marina Protetta del Plemmirio il progetto di educazione ambientale in collaborazione con Marevivo “Delfini Guardiani del Mare di Siracusa”.

Il primo gruppo composto dagli alunni della scuola elementare Verga e della scuola paritaria Disneyland si è dato appuntamento nella sala “Ferruzza-Romano” e nella sala Centimulo dell’ente per dare vita alle prime attività programmate dai biologi di Marevivo.

Dopo una spiegazione iniziale sul concetto di biodiversità e tutela seguita da una presentazione dell’Area Marina Protetta Plemmirio e del suo regolamento, sono iniziate le attività ludico-educative accompagnate da vere e proprie esplosioni di gioia dei piccoli, futuri, “Delfini Guardiani”, i quali attraverso il gioco vengono sensibilizzati sulle tematiche della conoscenza dell’ecosistema marino, del rispetto del mare e dei suoi abitanti.

Le due scuole si sono alternate in due differenti giochi: “Salviamo la tartaruga” e “Viaggio a Ostacoli”. Nel primo, le scolaresche divise in squadre hanno simulato il salvataggio di un nido di tartaruga marina in pericolo. Nel secondo gioco, gli alunni hanno impersonato il viaggio dei delfini nel mare, con tanto di minacce a cui vanno incontro, attraverso il superamento di un percorso a ostacoli.

Dopo una breve pausa, è stato proiettato un video didattico i cui protagonisti erano ancora delfini e tartarughe marine, le simpatiche creature che popolano il mare e anche l’immaginario collettivo ad esso correlato.

Al termine della proiezione è stato realizzato un laboratorio didattico con materiali di riciclo; durante tale attività sono stati creati dei piccoli oggetti (segnalibro e tartaruga in cartoncino) che i bimbi hanno tenuto come ricordo della giornata.

A conclusione, le scolaresche hanno gareggiato tra di loro in un quiz a risposta multipla sugli argomenti trattati, per verificare le conoscenze acquisite durante la mattinata. Altre attività sono via via previste nel corso delle altre giornate di attività.

Il progetto “Delfini Guardiani del Mare di Siracusa” si svolgerà da gennaio a maggio 2017, è rivolto ai bambini delle terze e quarte elementari e coinvolgerà otto gruppi ciascuno di 50 alunni per un totale di oltre 400 bambini.

Nove le scuole siracusane (Verga, Disneyland, Archia, Lombardo Radice, Raiti, Costanzo, Vittorini, Paolo Orsi e Giaracà) le quali parteciperanno con il proprio gruppo a un totale di cinque Giornate che avranno come location: la sede dell’AMP del Plemmirio sita nel comprensorio del Castello Maniace e il centro storico di Ortigia, per culminare infine in una escursione finale al Plemmirio, all’isola della Maddalena.

** informazioni sul progetto

Le Isole Minori e le Aree Marine Protette, intese come esempio paradigmatico o come metafora della necessità di comportamenti volti alla sostenibilità ambientale, all’uso razionale delle risorse, alla conoscenza dei “limiti” delle azioni ad impatto ambientale, sono state l’elemento ispiratore del progetto  “Delfini Guardiani”.

Ideato e realizzato dall’Associazione Marevivo sin dal 2009, il progetto si propone di avviare nell’anno scolastico in corso, all’interno di alcune classi delle scuole primarie di Siracusa, percorsi didattici finalizzati alla costituzione di un gruppo di alunni “Delfini Guardiani”, che avranno una maggiore consapevolezza e responsabilità nel tutelare le risorse ambientali del proprio territorio e dell’Area Marina Protetta del Plemmirio.

Una delle caratteristiche del progetto è quella di facilitare l’incontro con esperti, valorizzando le esperienze maturate da persone diverse in vari campi. La comunità locale può partecipare infatti con la “banca della memoria”, costituita dalle tradizioni, dagli usi e costumi orientati spontaneamente verso la sostenibilità sociale, culturale e ambientale, offrendo al percorso didattico spunti di ricerca interdisciplinare, di valutazione, di animazione didattica. Trasmettere la cultura e la conoscenza delle risorse locali è di fondamentale importanza per promuovere quel senso civico di appartenenza al territorio che è una delle finalità del progetto.

Peculiarità del progetto è anche il forte coinvolgimento delle istituzioni locali (Comune, Capitaneria di Porto, Marina Militare), delle associazioni e degli operatori economici presenti sul territorio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui