5 bilioni di pezzi di plastica a spasso per gli oceani

Il Giornale dei MARINAI News5 bilioni di pezzi di plastica a spasso per gli oceani
0
(0)

I pezzi di plastica dispersi tra le acque degli oceani non si contano piu’. Anzi si, e sono circa 5 milioni di milioni di piccoli pezzettini in balia delle correnti.

Flaconcini di detergenti, bottiglie e tappi, sacchetti e materiale vario tutti costituiti da polimeri puri o miscelati con additivi o cariche varie. Pian piano, circa 8 milioni delle 300 miliardi di tonnellate prodotte ogni anno arriva in mare e negli oceani. Arrivano scaricate dai fiumi, trasportate dai venti o perché abbandonate dall’uomo in zone costiere. Plastica che una in mare, viene trasportata dalle correnti superficiali sino in pieno oceano, spesso convogliate anche in grandi agglomerati conosciuti come “il settimo continente“. Ma una parte di questa plastica fa ritorno sulla terra. Destinazione: i nostri piatti!

Sono le microplastiche a fare il percorso inverso e lo fanno grazie a dei vettori che sono i pesci ed i molluschi che mangiamo.

“I ricercatori dell’ Università della California UCDAVIS hanno esaminato campioni pesce provenienti da ben 64 mercati della zona da Half Moon Bay a Princeton trovando plastica in ben 25% dei prodotti ittici tra cui acciughe, scorfani, spigole, salmoni e merluzzi. I pesci avevano nel loro stomaco parti di indumenti sintetici. Lo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports ha portato alla luce dei dati sconcertanti.”

Queste particelle di materie plastiche entrano di prepotenza nelle catene alimentari saltando di livello in livello senza alterare la propria struttura. Vengono ingerite da organismi allo stadio larvale o giovanili, da piccoli pesci come sardine e cefali o addirittura da pesci filtratori. Tutti organismi che fanno parte di un livello trofico basso (consumatori primari e secondari). Una volta predati da consumatori terziari anche la plastica, come già detto, passa di livello. Tutti questi animali, una volta pescati, portano con loro le particelle di plastica finendo nei nostri piatti con la conseguenza di un ulteriore passaggio di livello trofico.

A mappare la distribuzione della plastica negli oceani ci ha pensato l’agenzia Neozelandese Dumpark con il progetto “Sailing Seas of Plastic”. Ecco come sono distribuiti i rifiuti plastici nei mari e negli oceani della terra (clic sull’immagine in basso per aprire la mappa).

A voi le considerazioni.

f89100f7862907638361affacedea825

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal