Il Giornale dei MARINAI News 24.000 euro di multa per un tonno pescato. Cosa c’è di strano?

24.000 euro di multa per un tonno pescato. Cosa c’è di strano?


0
(0)

24.000 euro di multa per un tonno pescato fuori periodo

24.000 euro di multa per un tonno

immagine di repertorio

4 pescatori del Polosine l’hanno pagata cara. La pesca di un tonno rosso da circa 30 Kg è costata loro 24.000 euro. Il tonno pescato con largo anticipo rispetto all’apertura della stagione sportiva (15 giugno), è stato sequestrato dai Finanzieri della sezione di Porto Levante in provincia di Rovigo, i quali hanno bloccato i pescatori proprio quando stavano caricando il pesce nel bagagliaio dell’auto. La notizia è stata pubblicata su una delle maggiori testate  del panorama alieutico-sportivo italiano  italianfishingtv.

24.000 euro di multa per un tonno

Potete leggere la notizia  cliccando qui  dove i commenti dei lettori non sono stati risparmiati.

Se la legge vieta la pesca al tonno rosso un motivo ci sarà-scrive un appassionato.  Poi ancora: È una emerita s*** una cifra cosi, che sia giusto multarli è ineccepibile, ma esagerare è inqualificabile. Altri lettori scrivono: Leggi totalmente sbagliate , giusto tutelare i tonni col fermo x la riproduzione ma bisogna tutelare anche i pescatori sportivi e non solo i pescatori professionisti che fanno vere e proprie mattanze.

Cosa è giusto e cosa è sbagliato non sta certo a noi dirlo. Perché se le regolamentazioni ci sono la cosa migliore è rispettarle sempre. Un piccolo appunto forse potremmo farlo sulla cifra, 24.000 euro non sono certo caramelle. In questi giorni, in altre marineria d’Italia, la guardia di Finanza sta provvedendo ad intensificare i controlli ed ha già svolto diversi sequestri accompagnati da verbali di denuncia che si aggirano tutti intorno ai 4000 euro per persona. Una cifra certamente minore ma con casi differenti.

24.000 euro di multa per un tonno

Molti commenti si riferivano ad una regolamentazione che  non è del tutto chiara, ed in alcuni punti anche “strana”.  Sicuramente una regola da rispettare, tutti insieme e all’unisono se vogliamo che nelle nostre acque  ritornino questi grandi giganti del mare.

In ogni caso se a qualcuno questa  normativa “sa di strano” in maniera simpatica ricordiamo che vigono delle leggi sulla pesca ancora piu’ strane.

Per smorzare un pò i toni vediamo insieme una top ten sulle normative piu’ strane relative al mondo della pesca.

1) In Idaho, è vietato pescare in groppa ad un cammello

2) In Kansas ed in Pennsylvania è illegale pescare a mani nude.

3) In Kentucky è illegale pescare con arco e frecce.

4) In Tennessee, è illegale pescare con un lazo.

5) In Utah è vietato pescare mentre si è a cavallo.

6) In Utah è vietato pescare balene (lo Utah non si affaccia sull’oceano).

7)  A Boise, Idaho, è vietato pescare mentre si cavalca una giraffa. Lo stesso a Chicago, Illinois

8) In Kansas è illegale sparare ai conigli da una barca.

9) In Giappone la pesca alla  trota è vietata se in compagnia di quadrupedi.

10) Sempre in Kansas è vietato pescare  i gamberi di fiume a cavallo di un mulo.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Cosa ne pensi ? Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche