Home Pesca sportiva 10 importanti consigli per praticare la pescasub

10 importanti consigli per praticare la pescasub

33
0
pesca subacquea
4
(1)
  1. NIENTE ALCOOL. Mettiamo da parte l’orgoglio e rendiamoci conto che il nostro corpo dopo aver bevuto non è più lo stesso. Si alterano le capacità decisionali e le risposte del nostro corpo. Inoltre l’alcool ci disidrata.
  2.  RESTARE IN FORMA. E’ molto importante mantenere un fisico in condizioni ottimali; Lo sport è indispensabile, allenatevi a secco o in piscina, evitate di FUMARE.
  3. NON APPESANTITEVI. Un pasto ricco di carboidrati e frutta e tutto cio’ che permette una rapida digestione. In tal maniera si evitano reflusso e brucione di stomaco durante la giornata di pesca
  4. IDRATIAMO IL NOSTRO CORPOIn acqua salata, abbiamo una maggiore concentrazione di sali nel corpo, un processo chiamato osmosi, per cui l’acqua presente nel nostro corpo tenderà ad essere eliminata. Una buona ma non eccessiva idratazione è indispensabile anche ad evitare crampi dolorosi.
  5. INFORMATE I VOSTRI CARI. E’ importante che qualcuno sia al corrente della vostra battuta di pesca, comunicando luogo e orario previsto di rientro.
  6. PESCA IN COPPIA. Questa regola è una della “massime” della pesca subacquea, e delle immersioni. Puo’ accadere di tutto, sincopi, svenimento, o incidenti.
  7. CONTROLLO ACCURATO DELLE ATTREZZATURE. Tutte le attrezzature sono importantissime, dalla maschera alla boa segnalatrice. date sempre uno sguardo alla cintura di zavorra e ai vostri fucili.
  8. MANTENETEVI IN CONTATTO CON IL PARTNER DI PESCA. Pianificate bene la pescata prima di andare in acqua, tenete presente il punto d’entrata in acqua e prendetelo come punto d’incontro alla fine della battuta. Non perdetevi di vista.
  9. PESCA SOSTENIBILE e rispetto dell’ambiente. Trattate il mare come se fosse un caro amico, le regole sono regole anche per il rispetto dell’ambiente acquatico. Evitate stragi di minutaglia o di pesci che non mangerete. Pescate solo il necessario.
  10. CONOSCERE I PROPRI LIMITI“Un pesce non vale una vita”, questa frase è bene ricordarla sempre.  Rispettiamo le profondità, ascoltiamo il nostro corpo. Cercare di catturare un pesce in carenza d’ossigeno ha portato, nella storia, alla morte diversi pescatori. Bisogna capire quando risalire e tornare a casa sani e salvi.


Ricordate: Un pesce non vale una vita …anche se non avete pescato nulla, poter tornare un altro giorno a pescare non ha prezzo.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Articolo precedenteIl palamito a vela
Articolo successivoLa pesca con i filaccioni
Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui