CONDIVIDI

Nato sul mare (La Spezia) sotto il segno dei Pesci il 19 marzo del 1982 Leonardo vive alle Cinque Terre, precisamente a Manarola.

Giornalista free-lance,  iscritto all’ordine regionale della Liguria dal 2010 e socio dell’UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici) e dell’AIPS (Association Internationale de la Presse Sportive) con un passato da studente in medicina a cui affianca la qualifica di tecnico iperbarico.

A soli 19 anni viene nominato Consigliere d’Amministrazione presso il Museo del Castello di Lerici, carica che ha ricoperto per un quinquennio e al suo scadere, diventa per un anno referente alle Attività Culturali per il Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Nasce così la sua passione per l’organizzazione degli eventi culturali, che corre di pari passo a quella per il mare.

Dopo essere partito dal nuoto e aver attraversato molteplici sport con ottimi risultati sportivi, torna al mare dapprima con la vela e poi con l’apnea e la subacquea.

Nel 2008 realizza la miglior prestazione mondiale nell’apnea estrema under ice. Percorrendo 43 metri nella disciplina della apnea lineare senza pinne. (eseguita con regole e giudici AIDA).

Incomincia quindi ad occuparsi di ricerche medico-scientifiche in ambito iperbarico e 580316_10151614390429629_1480526778_nsubacqueo con la collaborazione di alcuni Centri Iperbarici ed Università italiane, sia come cavia che come ricercatore, coinvolgendo anche l’associazione da lui creata e presieduta “5 Terre Academy”.

Un’associazione nata dapprima come portale web di promozione turistica delle Cinque Terre e dei suoi fondali, che raccoglie il Premio Pelagos 2008 come “miglior sito web del settore” diventa poi un’equipe per la preparazione del primato mondiale per poi sfociare nel campo della ricerca scientifica, ottenendo il riconoscimento dal MIUR come centro ricerche e dalla Regione Liguria come associazione ambientalista. Ha sottoscritto la Carta di Feltre, Countdown 2012, aderisce alla rete dell’Ocean Day e alla rete europea delle associazioni ambientaliste “Ocean2012”.23624_320113834628_1418234_n

Negli anni arriva ad essere autore di diverse comunicazioni a Congressi del settore e vincendo il “Jury Award” (2009) e il “Primo Premio” (2010) all’ “International Project Competition on Underwater Research” organizzato dall’Università di Cipro.

Nel 2010 effettua la rilevazione cardiaca più profonda, compiendo la misurazione su un apneista a -126,7m, superando per primi la quota dei -100m, con un ecg-holter-underwater messo a punto dall’equipe di “5 Terre Academy”.

385381_10151075944614629_1236596935_nDurante tutto questo periodo collabora con alcune riviste italiane di subacquea, in particolare la storica “Mondo Sommerso” e “PescareMARE”, di cui segue tutta l’avventura dal primo all’ultimo numero, attivando nel frattempo collaborazioni anche con Alp, Sportweek, Nereus (quest’ultima unica rivista Svizzera di subacquea). Totalizzando ad oggi oltre 200 articoli per riviste cartacee che spaziano dalla medicina, alla biologia, alle interviste ai campioni, passando anche per inchieste di cronaca come gli incidenti da elica e la sicurezza nelle immersioni.

Diventando poi la “voce” della subacquea sulle pagine sportive più ambite: quelle rosa della Gazzetta dello Sport, gestendo il seguitissimo blog “Senza Respiro”.

Nel 2010 esce il suo primo libro: “L’orecchio del subacqueo” edito da IRECO.

Ricopre poi per il biennio 2010-2011 il ruolo di presidente di AIDA Italia, diventando nel 2011 anche Giudice Internazionale AIDA e partecipando in tal ruolo a due edizioni dei Campionati Mondiali AIDA.

Nel 2012 divento giudice anche per la FIPSAS ed esce il mio secondo libro, “Le Cinque Terre con le pinne” edito dall’Editoriale Magenes.

redaz.-leo

 copertina-libro



NEWSLETTER :


Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri marinai. Tranquillo, nessuno spam o pubblicità, non vendiamo nulla. Riceverai soltanto una mail ogni settimana con le ultime notizie dal mare e dagli oceani.









NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO