CONDIVIDI

Conclusa la 4a edizione a Marina di Loano. I Comandanti Italiani di navi da diporto si confrontano con il mercato

La 4a edizione del Captain’s Day di ItalianYachtMasters, appuntamento annuale dei comandanti italiani di superyacht si è tenuta lo scorso 20 ottobre a Marina di Loano nell’ambito di un’intensa giornata di lavori e di confronto tra gli oltre 240 ospiti, in rappresentanza dei più importanti player nazionali e internazionali del settore di riferimento.  L’evento, organizzato in collaborazione con lo Yacht Club Marina di Loano, sede dell’associazione IYM, ha registrato la partecipazione di settanta  comandanti,  trentaquattro partner commerciali e numerosi invitati: tra loro oltre le autorità locali, il direttore di Marina di Loano Marco Cornacchia e una vasta platea di addetti ai lavori che si è confrontata e ha dibattuto su novità, tendenze, problematiche e andamento del mercato dei superyacht. Numerosi i relatori che si sono alternati al microfono tra i quali manager dI società di internazionali management e brokeraggio come Antoine Althaus fondatore di Fraser Yachts e David Legrand di Fraser Yachts Monaco,  Rupert Nelson di Burgess, Gianfranco Meggiorin di Navimeteo, Daria Nicomedi di Darius Academy e Lorenzo Panerai di Bureau Veritas. 

Nel pomeriggio presso il Marina Center, nuovo centro congressi di Marina di Loano, si sono tenuti gli incontri B2B tra i rappresentanti degli sponsor e i comandanti, nell’ambito dei quali sono stati approfonditi aspetti tecnici e commerciali delle attività delle varie aziende presenti.

Il comandante Gino Battaglia, fondatore e presidente di ItalianYachtMasters, ha fatto gli onori di casa. Insieme con lui, sedevano al tavolo di presidenza i Comandanti Maurizio Capitani, Paolo Bozzo Costa e Mauro Barletta. Battaglia nel suo intervento in italiano e in inglese ha affrontato diversi temi e sottolineato come: “negli ultimi quattro anni i Comandanti IYM abbiano lavorato intensamente alla realizzazione di un progetto ambizioso e innovativo.  Il riscontro del mercato e il riconoscimento internazionale che ottenuto in breve tempo, rappresentano la miglior conferma della validità di un’idea nata dall’ambizione e dall’orgoglio di un gruppo di comandanti che hanno voluto condividere questo percorso di crescita professionale e di consolidamento dell’immagine e della grande professionalità dei Comandanti Italiani”.

E’ per noi un onore e un piacere ospitare l’associazione ItalianYachtMasters  – ha dichiarato Marco Cornacchia, direttore di Marina di Loano. Gino Battaglia e tutti i Comandanti IYM sono una testimonianza concreta nel mondo dei valori di professionalità, competenza ed eccellenza e lungimiranza dei Comandanti Italiani. Infatti il loro impegno è volto anche a introdurre e preparare i futuri comandanti e i primi ufficiali a questo professione difficile e altamente specializzata.”

La missione di ItalianYachtMasters è quella di promuovere l’immagine e affermare la professionalità dei Comandanti Italiani delle navi da diporto.

Il comandante degli anni 2000, infatti, raccoglie in se diverse competenze fondamentali quali la marineria e un’indiscussa professionalità tecnica, ma servono anche una spiccata capacità di leadership, di gestione delle risorse umane e di amministrazione e controllo di una società di medie/grandi dimensioni, esattamente come ogni manager che si rispetti di una società che opera sulla terraferma.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO